23/07/17

PRONOSTICI SVEZIA 23 LUGLIO 2017: Goteborg ancora senza i 3 punti?

Non vorrei sbagliarmi, ma oggi penso che sia possibile una non-vittoria del fin qui deludente Goteborg che andrà a sfidare in casa l'Orebro, contro cui ha perso 4-2 la settimana scorsa in trasferta.

Vero che il Goteborg in casa non ha mai perso, ma ha vinto 1 sola volta, inoltre gli ospiti arrivano da 4 vittorie e 1 sola sconfitta!

GOTEBORG - OREBRO 2-0 (primo tempo terminato in totale parità anche dal punto di vista delle statistiche, mentre nel secondo c'è stato un tracollo degli ospiti)

Banco 1 1.73


22/07/17

CLASSIFICA ALLSVENSKAN e TIPPELIGAEN 2017

CLASSIFICA CAMPIONATO SVEDESE 2017

16^ giornata:
37 Malmo 11-4-1
28 AIK Solna 8-4-3
27 Sirius 7-6-3
27 Norrkoping 8-3-5
26 Ostersund 7-5-3
25 Elfsborg 7-4-4
24 Djurgarden 7-3-5
24 Hacken 6-6-4
21 Hammarby 5-6-4
21 Orebro 6-3-6
18 Goteborg 4-6-4
15 Jonkoping 3-6-7
15 GIF Sundsvall 3-6-7
9 Halmstad 1-6-9
8 Kalmar 2-2-11
7 Eskilstuna 1-4-10

VALORE SQUADRE:
i club con la rosa migliore sono il Malmo, il Goteborg (il 2 luglio ha ceduto Jamieson al Melbourne City), il Djurgarden e il Norrkoping (il 1° luglio ha venduto Barkroth al Lech Poznan);
i club messi peggio, invece, sono lo Jonkoping, il Sirius, l'Eskilstuna e l'Halmstad.

risultati 15^ giornata:
Eskilstuna - Kalmar 2-1
GIF Sundsvall - Halmstad 1-0
Malmo - Sirius 3-3
Orebro - Goteborg 4-2
Ostersund - Djurgarden 2-1
AIK Solna - Norrkoping 1-0
Jonkoping - Hacken 0-1
Elfsborg - Hammarby 3-0

risultati 16^ giornata:
Norrkoping - AIK Solna 0-0
Halmstad - GIF Sundsvall 2-2
Malmo - Jonkoping 2-0
Sirius - Hacken 2-2
Djurgarden - Ostersund 23 luglio 2017
Goteborg - Orebro
Kalmar - Eskilstuna
Hammarby - Elfsborg 24 luglio 2017

CLASSIFICA CAMPIONATO NORVEGESE 2017

17^ giornata:
35 Rosenborg 10-5-2
30 Sarpsborg 8-6-3
28 Molde 8-4-5
27 Brann 7-6-4
25 Haugesund 7-4-525 Stabaek 7-4-6
23 Valerenga 6-5-5
22 Aalesund 6-4-7
22 Lillestrom 6-4-7
22 Odd 6-4-6
21 Sandefjord 6-3-8
20 Sogndal 5-5-7
19 Stromsgodset 4-7-6
18 Kristiansund 4-6-714 Tromso 3-5-8
13 Viking 3-4-10

VALORE SQUADRE:
i club con la rosa migliore sono il Rosenborg (stacca il 2° di quasi 8 milioni!), lo Stromsgodset, l'Odd e il Molde;
i peggiori invece sono lo Stabaek, il Lillestrom, il Kristiansund e il Sandefjord.

risultati 17^ giornata:
Sogndal - Rosenborg 0-3
Lillestrom - Stabaek 2-2
Odd - Viking 0-2
Sandefjord - Tromso 3-0
Haugesund - Aalesund 2-0
Molde - Stromsgodset 0-0
Brann - Sarpsborg 0-1
Kristiansund - Valerenga 1-1

partite 18^ giornata:
Rosenborg - Kristiansund 5 agosto 2017
Odd - Sogndal 6 agosto 2017
Sarpsborg - Haugesund
Stabaek - Sandefjord
Tromso - Molde
Viking - Lillestrom
Aalesund - Brann
Stromsgodset - Valerenga 7 agosto 2017

19/07/17

I TRASFERIMENTI PIU' IMPORTANTI IN EUROPA 2017/2018

ESTATE 2017 - STAGIONE 2017/2018

Elenco dei principali trasferimenti dei principali campionati nazionali europei (tabella in aggiornamento)

TRASFERIMENTI PREMIER LEAGUE 2017/2018

CHELSEA
Acquisti:
Alvaro Morata (att, 1992) - Real Madrid, 65 mln
Tiemoué Bakayoko (med, 1994) - Monaco, 40 mln
Antonio Rudiger (dif, 1993) - Roma, 35 mln
Willy Caballero (por, 1981) - Leicester City, 0
Mario Pasalic (cen, 1995) - Milan, fine prestito
Marco van Ginkel (cen, 1992) - PSV, fine prestito
Abdul Rahman Baba (ter sx, 1994) - Schalke, fine prestito
Andreas Christensen (dif, 1996) - Borussia M'gladbach, fine prestito
Cessioni:
Nathan Aké (dif, 1995) - Bournemouth, 22.8 mln
Juan Guillermo Cuadadro (ala dx, 1988) - Juventus, 20 mln
Asmir Begovic (por, 1987) - Bournemouth, 11.5 mln
Bertrand Traoré (ala dx, 1992) - Olympique Lione, 10 mln
Christian Atsu (ala dx, 1992) - Newcastle United, 7.5 mln
Nathaniel Chalobach (med, 1994) - Watford, 5.7 mln
John Terry (dif, 1980) - Aston Villa, 0
Kurt Zouma (dif, 1994) - Stoke City, prestito
Ruben Loftus-Cheek (cen, 1996) - Crystal Palace, prestito

TRASFERIMENTI SERIE A 2016/2017

TUTTI I TRASFERIMENTI DELLA SERIE A 2017/2018 SESSIONE ESTIVA

JUVENTUS

Acquisti:
Gonzalo Higuain (att, 1987) - Napoli, 45 mln
Federico Bernardeschi (ala dx, 1994) - Fiorentina, 40 mln
Douglas Costa (ala sx, 1990) - Bayern Monaco, prestito 6 milioni + riscatto 40 mln
Juan Guillermo Cuadrado (ala dx, 1988) - Chelsea, 20 mln
Medhi Benatia (dif, 1987) - Bayern Monaco, 17 mln
Wojciech Szczesny (por, 1990) - Arsenal, 12.2 mln
Mattia De Sciglio (ter dx, 1992) - Milan, 12 mln
Rodrigo Bentancur (cen, 1997) - Boca Juniors, 10.5 mln
Mattia Caldara (dif, 1994) - Atalanta, 15 mln
Riccardo Orsolini (ala dx, 1997) - Ascoli, 6 mln
Younes Bnou Marzouk (att, 1996) - Chiasso, fine prestito
Filippo Romagna (dif, 1997) - Brescia, fine prestito
Luca Marrone (med, 1990) - Zulte Waregem, fine prestito
Mame Thiam (ala sx, 1992) - Empoli, fine prestito
Alberto Brignoli (por, 1991) - Perugia, fine prestito
Alberto Cerri (att, 1996) - Pescara, fine prestito
Francesco Cassata (cen, 1997) - Ascoli, fine prestito
Pol Garcìa (dif, 1995) - Latina, fine prestito
Carlo Pinsoglio (por, 1990) - Latina, fine prestito
Nicola Leali (por, 1993) - Olympiacos, fine prestito
In entrata: Bernardeschi, Keita, Carvalho, Matic

Cessioni:
Leonardo Bonucci (dif, 1987) - Milan, 42 mln
Kingsley Coman (ala dx, 1996) - Bayern Monaco, 21 mln
Simone Zaza (att, 1991) - Valencia, 16 mln
Neto (por, 1989) - Valencia, 7 mln
Dani Alves (ter dx, 1983) - PSG, 0
Francesco Cassata (cen, 1997) - Sassuolo, 5 mln
Anastasios Donis (att, 1996) - Stoccarda, 3 mln
Simone Ganz (att, 1993) - Pescara, 1.8 mln
Riccardo Orsolini (ala dx, 1997) - Atalanta, prestito
Federico Mattiello (ter dx, 1995) - SPAL, prestito
Andrés Tello (cen, 1996) - Bari, prestito
Mattia Vitale (cen, 1997) - Venezia, prestito
Cristian Pasquato (treq, 1989) - Legia Varsavia, prestito
Paolo De Ceglie (ter sx, 1986) - svincolato
Ouasim Bouy (cen, 1993) - svincolato
Marcelo Djalò (dif, 1993) - Lugo, 0

Purtroppo ci tocca un altro anno con Cassano

Tutti a parlare di Cassano: Cassano Sì, perché è autentico; Cassano No, perché è un cafone.

A me non frega nulla, non è un essere commentabile.
Un essere, non ancora persona data la cafonaggine, che afferma quanto segue: "Se son froci sono problemi loro", cosa merita? Merita solo due schiaffoni.

Prima di tutti froci è un termine volgare, per cui si dice gay o omosessuali.
E poi di quali problemi stiamo parlando? Se è nella loro natura essere attratti da persone dello stesso sesso, non penso che per loro sia un problema. E' un problema solo nella testa di gentaglia come Cassano

18/07/17

Zaccardo cerca un ingaggio

L'ex difensore della nazionale campione del mondo nel 2006, Cristian Zaccardo, classe 1981 (ma nato a dicembre), si è registrato su LinkedIn per offrirsi come calciatore per i prossimi 2 anni.

La notizia ha destato la curiosità di alcuni giornalisti e non riesco a capire se questa idea del calciatore, ora svincolato dopo una stagione in Serie B, gli sia venuta per far circolare il suo nome in TV, oppure se davvero ci crede.
Che io sappia su LinkedIn non c'è nessun manager e presidente che cerchi calciatori, perché li trovano tramite altri "canali".

Gli consiglierei più che altro di cambiare procuratore, dato che l'agenzia alla quale si affida non propone grandi nomi (Sevenfootballinvestment), infatti il calciatore che vale di più è il portiere argentino Batalla, 3 miseri milioni di Euro, per non parlare degli svincolati: ne troviamo altri 4, di cui 2 Under 30!

Caro Cristian, dopo aver disputato un buon numero di partite nell'ultima stagione, non penso che tu non sia riuscito a metterti in mostra davanti gli occhi degli altri allenatori e dirigente.

E comunque sappi che hai un'età che ti consente di ritirarti senza rimpianti.
E' sicuramente molto difficile trovare un ingaggio importante, anche perché il tuo valore è in netto e drastico calo dal lontano 2008: dai 7 milioni dell'epoca siamo ormai giunto a 100 mila.

14/07/17

Bonucci al Milan come Baggio nel 1995: ecco la differenza

Tralasciando il passaggio di Super Pippo Inzaghi al Milan nel 2001 dopo 4 anni di Juventus, dovuto all'arrivo, l'anno precedente, di David Trezeguet, volevo parlare brevemente dei trasferimenti dalla Juve al Milan di Bonucci quest'anno (2017) e di Roberto Baggio nel 1995.

Bonucci lascia la Juventus dopo anni in cui si è sempre voluto mostrare come una colonna portante e se ne va praticamente all'improvviso, probabilmente per screzi con Allegri e altri senatori che mal sopportavano le sue sfuriate o atteggiamenti.
Se ne va dunque a causa di un carattere molto forte e scontroso e soprattutto se ne va di sua volontà.

Roberto Baggio, invece, nel 1995 andò controvoglia al Milan, infatti lui non chiese mai il trasferimento per il semplice fatto che non sentiva la presenza di Del Piero come un peso, anzi, infatti i due erano amici. Baggio venne ceduto dalla famosa e maledetta "triade" e, suppongo, anche da Lippi, perché magari pensavano che non c'era spazio per due fantasisti o magari per fare cassa, perché all'epoca la Juventus era sì ricca, ma non quanto quella attuale, e poi per non oscurare il nuovo talento padovano.

13/07/17

6 MILIONI e mezzo per BONUCCI. E te credo che vuole andarsene!

Leonardo Bonucci ha concluso la passata stagione con una media voto molto buona, infatti SofaScore lo premia con un bel 7.20.

Devo però ammettere che non sempre mi è piaciuto, infatti spesso compie certi svarioni, ovvero passaggi totalmente sbagliati creando seri pericoli per la Juventus, veramente impressionanti.

La sua valutazione economica su Transfermarkt è pari a 45 milioni di euro, la scorsa estate 10 in meno e nel 2014 solo 18 milioni!

Il suo contratto scade nel 2021, per cui mi pare improponibile cederlo, vista anche l'età on molto avanzata (30), per "soli" 40 milioni, quando all'estero per lui farebbero sicuramente follie.

Certo, i rapporti col club bianconeri si sono incrinati a quanto sembra, ma non bisogna farsi prendere dalla fretta di risolvere questa situazione psicologica, anche se di fronte ad un aumento dell'ingaggio, è sicuramente il difensore laziale a premere per andarsene (passerebbe da 5 milioni - grazie al rinnovo del dicembre 2016 - a 6,5!).

12/07/17

L'ingaggio di Antonio Donnarumma

Sta facendo discutere l'ingaggio da parte del Milan, del portiere classe '90 Antonio Donnarumma.

Antonio, fratello di Gianluigi, è stato acquistato dai rossoneri proprio perché parente del portiere classe '99, non certo per meriti sportivi, pur essendo divenuto professionista grazie al Milan.

Mirabelli afferma che è stata una sua idea, io invece penso che Gigio abbia chiesto l'ingaggio del fratello.
L'ingaggio infatti lascia di stucco perché, pur avendo 27 anni, ha alle spalle solo due campionati di B da titolare (2011/2012 e 2014/2015), 0 in A e 1 in Grecia (l'anno scorso, dove ha subito 32 gol in 21 partite, ovvero più di 1 a partita!).

La sua quotazione, dal 2016, è salita di 200 mila euro, ma è calata di 100 mila rispetto al 2012 quando ne valeva 800 mila.
La cosa buffa è che percepirà più euro di quelli che ne vale, un po' come se un calciatore il cui valore di mercato è pari a 20 milioni, ne percepisse 25!

09/07/17

Pronostici Svezia 9 luglio 2017

Pronostici Svezia 9 luglio 2017:

in Norrkoping - Elfsborg 1-3 troviamo una netta differenza in classifica, ma la squadra ospite non perde da 6 giornate (fuori casa solo 2 sconfitte in totale) e i precedenti sono a suo favore. Proviamo a rischiare un po'? Banco 1 a 1.96;

in Kalmar - AIK 0-1, la squadra di casa è la chiara sfavorita, infatti ha solo 8 punti, mentre l'AIK 22 e ha perso 1 sola volta nelle ultime 9 giornate (3 Under 1.5 nelle ultime 4 trasferte, però): banco 1 a 4.9.

2 su 2 = 100%

08/07/17

I nuovi giovani dell'Atalanta

Per ora (8 luglio 2017), l'Atalanta ha acquistato alcuni giovani come il terzino belga Castagne (21 anni), il terzino ex Inter Eguelfi (22 anni), l'attaccante Vido e il centrocampista Pessina (entrambi 20enni) dal Milan, il terzino tedesco Gosens (22 anni) dall'Heracles e il centrocampista svizzero Haas (21 anni) dal Lucerna.

Pronti per una nuova avventura?

07/07/17

L'inter ricasca nelle plusvalenze?

Ad inizio "millennio", l'Inter e altre società, si divertivano a gonfiare i cartellini dei giocatori che si scambiavano, per poter inserire in bilancio grandi attivi farlocchi.

Ora l'Inter e la Samp pare siano ricaduti nel vecchio trucco, scambiandosi Caprari e Skriniar, i suoi cartellini sono stati rispettivamente pagati 15 e 30 milioni di euro.

Ma stiamo scherzando? Ci state pigliando per il culo?

06/07/17

Il Real Madrid acquista Theo Hernandez!

Theo Hernandez, dopo una sola stagione da titolare a 19 anni nella Liga Primera Division, è stato acquistato dal Real Madrid per la bella cifra di 30 milioni di euro.

Cresciuto nell'Atletico Madrid, ha disputato nell'ultima stagione il campionato con l'Alaves.

Bomba Lacazette

Pazzesco, il bomber francese Lacazette passa dal Lione all'Arsenal per l'incredibile cifra di 53 milioni di euro!

25/06/17

La stupidità dei tifosi contro Donnarumma e De Ceglie

I tifosi di calci sono tra gli esseri umani più stupidi del mondo!

Se la prendono con un calciatore quando questo non vuole rinnovare.
Mica è obbligato a rinnovare: come ogni professionista, può decidere, se bravo, di farsi ingaggiare da questa o da quest'altra società. E non penso proprio che il rifiuto di Donnarumma dipenda dai soldi.

E se la prendono anche con chi, invece, vuole rimanere "fino alla fine" con un club.
E' il caso di De Ceglie, il cui contratto che lo legava alla Juventus sta per scadere in questi giorni, che appunto, dopo alcuni prestiti, non ha voluto saperne di andare via dal club bianconero a titolo definitivo durante la stagione appena terminata.
Molti si lamentano, accusandolo di aver fatto il furbo, perché così facendo ha preso tanti soldi dalla Juve senza fare nulla.

Ma mica è colpa sua se anni fa gli offrirono un ottimo contratto con scadenza giugno 2017.
Mica è colpa sua se le offerte provenutegli non lo soddisfavano.
Se lui ha un regolare ed onesto e legale contratto ben remunerativo fino ad una certa data, ha il diritto e dovere di rispettarlo, con i pro e i contro del caso: pro perchè ha incassato una bella cifra che, ormai, da altre parti non avrebbe mai più incassato; contro perché non ha giocato per una stagione intera ed ora per lui sarà più difficile trovare un altro club, se non in serie minori.

22/06/17

Pagelle ITALIA UNDER 21: TuttoMercatoWeb ed Eurosport, mettetevi d'accordo

L'Italia ha perso contro la Repubblica Ceca per 3-1, subendo i 2 gol finali nel secondo tempo, praticamente dopo aver sbagliato una clamorosa occasione con Petagna che non ha proprio il feeling col gol. Peccato!

Ma vediamo le pagelle.

TMW:
Donnarumma 5
Conti 5.5
Ferrari 6
Rugani 5.5
Calabria 5.5
Cataldi 6
Cerri s.v.
Grassi 5
Chiesa 6.5
Pellegrini 6.5
Bernardeschi 5.5
Gagliardini s.v.
Berardi 6.5
Petagna 5

Eurosport:
Donnarumma 5
Conti 5
Ferrari 4.5
Rugani 4.5
Calabria 4.5
Pellegrini 6
Cataldi 5
Cerri s.v.
Grassi 5
Chiesa 7
Bernardeschi 4
Gagliardini 5.5
Petagna 4
Berardi 6
Di Biagio 3

Avete notato anche voi che differenza la valutazione di Ferrari? Da una parte 6, con lodi (elegante, vince diversi contrasti), dall'altra 4.5 (è quattro categorie sotto rispetto Caldara, male in tutti i gol subiti).

19/06/17

Donnarumma in tribuna? Anche no!

Leggo di gente, tifosa del Milan, ma non solo, che vorrebbe che il club rossonero mandasse in tribuna per tutta la prossima stagione, il giovanissimo portiere Donnarumma.

Premesso che a me dei milionari frega un fico secco, mi viene spontaneo controbattere a questi fascisti illiberali che non sono altro, che Donnarumma è una persona, non un oggetto da lasciare in garage o in cantina. Lo dico perché ho letto alcuni commenti online, di gente che affermava che il Milan è proprietario di Donnarumma. Ma stiamo scherzando, o cosa? Il Milan detiene il cartellino, non può certo fargli fare qualunque cosa venga in mente ad un cinese della dirigenza o a Fassone o ad altri.

Donnarumma, molto semplicemente, non ha voluto rinnovare il suo contratto col Diavolo non per una questione economica, ma perché a quanto pare non ha creduto e non crede nel progetto. Se una grandissima squadra come il Real gli promette il posto da titolare, col "rischio" di vincere ogni anno Liga e Champions, beh, è normale rifiutare, visto che il nuovo corso rossonero è appena nato e non si hanno le giuste garanzie economiche e tecniche.

Donnarumma non ha quindi sbattuto la porta o offeso qualcuno. Non ha semplicemente prolungato un contratto, il quale comunque scadrà nel giugno 2018, dunque lui è totalmente disponibile, a quanto pare, a giocare ancora un anno in rossonero.

Se il Milan lo dovesse mai mandare in tribuna, vorrebbe dire commettere una chiara azione di MOBBING, la quale va contro lo statuto dei calciatori, contro la legge sul lavoro e quindi verrebbe sanzionato pesantemente.

I calciatori non sono oggetti, sono persone, sono lavoratori che hanno tutto il diritto di scegliere se rimanere o non rimanere a lungo con una certa società.

Donnarumma potrà andare in tribuna se non si impegnerà negli allenamenti, se insulterà lo staff tecnico/dirigenziale o se commetterà gravi e grandi errori nelle partite. Al momento è il titolare indiscusso, per cui mandarlo in tribuna significherebbe semplicemente fare del mobbing degradente.

Lo stesso vale per il caso Keita/Lazio, con Lolito non nuovo a questo genere di vili azioni, si pensi a Pandev nel 2010.

Quanto guadagna il Papu Gomez?

Il Papu Gomez è un grandissimo giocatore e, dato che viene associato ad alcuni grandi club, mi è sorta spontanea la domanda: ma quanto guadagna all'anno?

Secondo Panorama, "solo" 600 mila euro.

La qual cosa mi suona strana dato che è il giocatore più rappresentativo della Dea bergamasco e dato che ha avuto una, seppur breve, esperienza in Ucraina (prima della guerra civile).

Secondo Wikipedia, infatti, nel 2013 incassava la bellezza di 2 milioni di Euro.

Qualcuno sa dirmi quanto incassa oggi nel 2017? Grazie!

16/06/17

Calciomercato: Everton scatenato

L'Everton è scatenato: nel giro di poche ora ha speso più di 55 milioni per l'acquisto di due calciatori.

Sono arrivati infatti il 23enne portiere inglese Pickford dal retrocesso Sunderland, dove l'anno scorso ha subito 50 gol in 29 partite (ma ha appena parato un rigore nella partite d'esordio nell'Europeo Under 21 2017 in Polonia), e, soprattutto, il trequartista olandese Klaassen dall'Ajax, ottimo colpo visto il numero di gol e assist totalizzato nelle ultime due stagioni: 27 gol e 18 assist.

In uscita Arouna Koné (svincolato) e Cleverley, venduto al Watford per 9 milioni e 300 mila Euro.

Donnarumma non ha firmato: se ne va non certo per soldi

Se me l'avessero detto qualche settimana fa, non ci avrei creduto.

Ma poi, visto che la cosa andava per le lunghe, ho proprio pensato che non avrebbe firmato.

Questione di soldi?
Inizialmente pensavo di sì, in realtà se è vero che il Milan gli aveva offerto addirittura 5 milioni, doveva esserci dell'altro, anche perché rifiutando il rinnovo, Raiola avrebbe e ha rinunciato ad incassare la sua bella percentuale di un suo eventuale trasferimento (a meno che non venga venduto già ora ad una cospicua somma, cosa che può avvenire grazie alla sua giovanissima età, nonostante il contratto scada tra 1 anno eastto).

Probabilmente c'è dietro più una questione tecnica che economica: il Milan vuole davvero tornare grande o no? Forse a Donnarumma ciò non è apparso molto chiaro, e allora preferisce andare in un top club europeo come il Real Madrid che, guarda caso, cerca disperatamente un nuovo numero 1.

Attenzione anche a queste altre due cose:
1 - Donnarumma non milita nel Milan da sempre, ma solamente dal 2013.
2 - Nel 2013 stava per firmare per l'Inter, per poi cambiare idea (assieme alla famiglia, data l'età), senza dire nulla ai cugini nerazzurri e all'agente di mercato Martorelli che l'aveva scoperto a 10 anni.

14/06/17

TRATTATIVE DI MERCATO - GIUGNO 2017

Vediamo quali giocatori sono in procinto di cambiare squadra in questa sessione estiva del calciomercato 2017:

Schick: quasi raggiunto l'accordo per il passaggio dalla Sampdoria alla Juventus

Kalinic: Milan

Aubameyang: PSG, Milan

Perisic: Manchester United, PSG

Douglas Costa: Juventus

Diego Costa: Milan o Cina

Papu Gomez: Inter, Milan, Roma

Verratti: Barcellona

Balotelli: Borussia Dortmund, Sassuolo

N'Zonzi: Juventus

Bernardeschi: Juventus, Inter

Tolisso: Bayern Monaco, Juventus

Biglia: Milan

Bonucci: Chelsea

Belotti: Milan, Manchester United

Deulofeu: tornato all'Everton, lo rivogliono Milan e Barcellona

Lukaku: in procinto di tornare al Chelsea

E. Hazard: verso il Real Madrid

L.Insigne: lo vuole Conte al Chelsea

Donnarumma: lo cerca il Real Madrid, ma sta per rinnovare col Milan

Borja Valero: Milan, Inter

Luiz Gustavo: Inter

Sirigu: Torino

Fabinho: Juventus, Atletico Madrid, Manchester United

James Rodriguez: Chelsea, Inter, Zenit, Milan

Manolas: Zenit
 
Mbappé: Real Madrid, Arsenal, PSG, Liverpool

Lacazette: Arsenal, Atletico Madrid

Conti: dall'Atalanta al Milan?

Gabriel Barbosa: Las Palmas

Naby Keita: Inter

Niang: verso l'Everton

Vangioni: dal Milan al Genoa?

Calabria: dal Milan al Genoa?

Brandt: Inter

Lucas Moura: Inter

Jovetic: Siviglia

Forsberg: Milan

Ounas: dal Bordeaux al Napoli?

Verdi: Napoli

Salah: Liverpool

Bacca: Olympique Marsiglia

Moreno: dal PSV alla Roma?

Chiriches: Galatasaray

La furbata di Calciomercato.com ai danni della Juventus

Quei grandissimi furboni, per non dire di peggio, di "giornalisti" di Calciomercato.com, sanno sempre come "fare notizia".

Oggi, mercoledi 14 giugno 2017, un buon modo per ottenere migliaia di click facili, è stato quello di scrivere: "EX JUVE, FIORY ANCORA AI DOMICILIARI: OFFERTA IN LEGA PRO".

Nessuno conosce codesto Fiory, però il nome del club bianconero, anteposto al suo, è un'ottima tattica per farci entrare nell'articoletto.

Chissà quante persone sia portate a pensare che questa persona si trovi ai domiciliari per via di alcune malefatte compiute in combutta con l'ex dirigenza torinese.

E invece no: venne arrestato tempo fa per stalking verso la sua ex fidanzata, quando non era già più un calciatore della Juventus. Infatti, Gianmarco Fiory, ha militato per 2 sole stagioni nella Juventus Under 19 (dal 2006 al 2008).

Oggi, 27enne, è svincolato, ma lo vuole la Maceratese.

12/06/17

CLASSIFICHE CAMPIONATI 2016/2017

CLASSIFICHE CAMPIONATI NAZIONALI EUROPEI 2016/2017

SERIE A 2016/2017
38^ giornata

91 Juventus 29-4-5 CAMPIONE (33/35° scudetto; 6° consecutivo)!!!
87 Roma 28-3-7 CHAMPIONS LEAGUE
86 Napoli 26-8-4 CHAMPIONS LEAGUE
72 Atalanta 21-9-8 EUROPA LEAGUE
70 Lazio 21-7-10 EUROPA LEAGUE
63 Milan 18-9-11
59 Inter 18-5-14
59 Fiorentina 16-11-10
53 Torino 13-14-11
48 Sampdoria 12-12-14
47 Cagliari 14-5-19
46 Sassuolo 13-7-18
45 Udinese 12-9-17
43 Chievo Verona 12-7-19
41 Bologna 11-8-19
36 Genoa 9-9-20
34 Crotone 9-7-22
32 Empoli 8-8-22 RETROCESSO
23 Palermo 5-8-23 RETROCESSO
14 Pescara 2-8-25 RETROCESSO

Le prime due accedono direttamente alla Champions League.
La terza deve passare dalle qualificazioni.
La quarta e la quinta vanno in Europa League.
Le ultime tre retrocedono in Serie B.

PROMOSSI:
SPAL
Hellas Verona
Benevento

Marcatori:
29 Edin Dzeko, Roma (1 rig.)
28 Dries Mertens, Napoli (2 rig.)
26 Andrea Belotti, Torino (2 rig.)
24 Gonzalo Higuain, Juventus
24 Mauro Icardi, Inter (3 rig.)
23 Ciro Immobile, Lazio (4 rig.)
18 Lorenzo Insigne, Napoli (2 rig.)
16 Marco Borriello, Cagliari (1 rig.)
16 Alejandro "Papu" Gomez, Atalanta (2 rig.)
16 Balde Diao Keita, Lazio (2 rig.)
15 Nikola Kalinic, Fiorentina (1 rig.)
15 Mohamed Salah, Roma
14 José Callejon, Napoli
13 Carlos Bacca, Milan (4 rig.)
13 Diego Falcinelli, Crotone (2 rig.)
12 Gregoire Defrel, Sassuolo (1 rig.)
12 Iago Falqué, Roma (2 rig.)
12 Marek Hamsik, Napoli
12 Fabio Quagliarella, Sampdoria (3 rig.)
12 Giovanni Simeone, Genoa (1 rig.)
12 Cyril Théréau, Udinese (1 rig.)
11 Federico Bernardeschi, Fiorentina (3 rig.)
11 Mattia Destro, Bologna
11 Paulo Dybala, Juventus (3 rig.)
11 Luis Muriel, Sampdoria (4 rig.)
11 Radja Nainggolan, Roma
11 Ilija Nestorovski, Palermo (1 rig.)
11 Ivan Perisic, Inter
11 Patrik Schick, Sampdoria
10 Khouma Babacar, Fiorentina (1 rig.)
10 Roberto Inglese, Chievo Verona
10 Adem Ljajic, Torino (1 rig.)
10 Duvan Zapata, Udinese (1 rig.)
9 Gianluca Caprari, Pescara (1 rig.)
9 Mattia Destro, Bologna
9 Sergio Pellissier, Chievo Verona (3 rig.)
8 Andrea Conti, Atalanta
8 Blerim Dzemaili, Bologna
8 Eder, Inter
8 Stephan El Shaarawy, Roma
8 Gianluca Lapadula, Milan (2 rig.)
8 Alessandro Matri, Sassuolo
8 Diego Perotti, Roma (7 rig.)

Assist:
12 José Callejon, Napoli
11 Mohamed Salah, Roma
10 Alejandro "Papu" Gomez, Atalanta
10 Marek Hamsik, Napoli
10 Borja Valero, Fiorentina
9 Felipe Anderson, Lazio
9 Domenico Berardi, Sassuolo
9 Valter Birsa, Chievo Verona
9 Antonio Candreva, Inter
9 Edin Dzeko, Roma
9 Lorenzo Insigne, Napoli
9 Senad Lulic, Lazio
9 Dries Mertens, Napoli
9 Miralem Pjanic, Juventus
9 Suso, Milan
8 Iago Falqué, Torino
8 Mauro Icardi, Inter
8 Ladislav Krejci, Bologna
8 Ivan Perisic, Inter
7 Andrea Belotti, Torino
7 Paulo Dybala, Juventus
7 Mauricio Isla, Cagliari
7 Adem Ljajic, Torino
7 Sergej Milinkovic-Savic, Lazio
7 Andrea Petagna, Atalanta
7 Kevin Strootman, Roma
7 Piotr Zielinski, Napoli
6 Allan, Napoli
6 Ever Banega, Inter
6 Lucas Castro, Chievo Verona
6 Juan Guillermo Cuadrado, Juventus
6 Faouzi Ghoulam, Napoli
6 Lorenzo Pellegrini, Sassuolo
6 Diego Perotti, Roma
6 Matteo Politano, Sassuolo

COPPA ITALIA
JUVENTUS vincitrice per la 12^ volta e per la 3^ di fila!

Finale
Juventus - Lazio 2-0 (Dani Alves, Bonucci)

Semifinali
Napoli - Juventus 4-5 (andata e ritorno)
Roma - Lazio 3-4 (andata e ritorno)

Quarti di finale
Napoli - Fiorentina 1-0
Juventus - Milan 2-1
Inter - Lazio 1-2
Roma - Cesena 2-1

04/06/17

La Juve ha perso col Real. Arrivateci voi in FINALE!

Leggo commenti indecorosi contro la Juventus per via della roboante sconfitta contro il Real Madrid (1-4!).

Peccato che, a differenza di tutte le altre squadre italiane, la Juventus sia l'unico club italiano ad essere riuscito ad arrivare in finale di Champions' League per ben 2 volte negli ultimi 3 anni, giocando bene per tantissimi minuti l'anno scorso contro il Bayern Monaco, prima dell'eliminazione alquanto precoce.

La Juventus, dunque, è forte sia in Italia sia in Europa.

Se la Juventus rubasse, come dicono tanti imbecilli e ignoranti, non sarebbe tra i primi 10 club europei in quanto a risultato, prestazioni e fatturato. Anche ai tempi di Moggi, nonostante le sue furbate, la Juventus dominava grazie ai suoi fuoriclasse comprati onestamente e grazie ad ottime prestazioni unite ad una mentalità vincente.

Gli interisti si vantano enormemente del Triplete, che in realtà non dovrebbe esistere dato che deriva da una furbata ancora più gigantesca di quelle di Moggi: infatti la Juventus venne retrocessa e il titolo assegnato all'Inter nel 2006 grazie ad un giudice interista, ovvero grazie al famoso Guido Rossi che in quanto tale se ne fregò altamente delle telefonate di Facchetti, dei passaporti falsi, delle intercettazioni illegali e delle plusvalenze finte compiute dal club di Moratti in combutta col club di Berlusconi e Galliani (i soliti furboni!).

Insomma, la Juventus rimane la squadra più forte d'Italia e tutti i soldi che ha ora se li è sudati con grandissime prestazioni partendo dal basso, a differenza di squadre come Inter e Milan che, oltre a fare pena e schifo, sono ricche soltanto grazie ai finanziamenti cinesi, non certo grazie ai loro risultati sportivi.

03/06/17

Real Vaccon

Si parla tanto (e male) di certi ruvidi difensori bianconeri (es: Chiellini), ma il Real non è da meno con gente come Carvajal, Casemiro e soprattutto l'insopportabile Sergio Ramos che oltre a fare entratacce da espulsione, osa pure simulare pretendendo di avere ragione.

Quando odio questo "giocatore"!!!

I catalani han fatto benissimo a tifare per la Juventus. Da sempre il Real è sinonimo di favoritismo, antisportività, oltrechè di collusione col fascismo!

01/06/17

I fantastici risultati della Roma di Totti in Europa (LOL)

Vediamo come si è comportata la Roma negli ultimi 20 anni in Europa, la mitica Roma del mitico Tottigò.

COPPA UEFA 1995/1996:
Quarti di finale, sconfitta con lo Slavia Praga (squadra di Bejbl, Suchoparek, Smicer e Poborsky).

COPPA UEFA 1996/1997:
Sedicesimi, sconfitta con il Karlshrue (squadra di Hassler, Fink, Tarnat e Keller).

COPPA UEFA 1998/1999:
Quarti, sconfitta con l'Atletico Madrid, dopo una sofferta vittoria con lo Zurigo (3-2).

COPPA UEFA 1999/2000:
Ottavi, sconfitta con il Leeds United (squadra di Martyn, Harte, Woodgate, Batty, Wilcox, Bridges, Huckerby), dopo una stentata vittoria con il Newcastle United (1-0).

COPPA UEFA 2000/2001:
Ottavi, sconfitta per 3-0 col Liverpool

CHAMPIONS LEAGUE 2001/2002:
Fase a gironi, ma bellissima vittoria con il Barcellona per 3-0 in casa (gol di Candela, Montella e Tommasi).

CHAMPIONS LEAGUE 2002/2003:
Fase a gironi (1 sconfitta con l'Arsenal, 1 sconfitta con l'Ajax e 2 sconfitte col Valencia).

COPPA UEFA 2003/2004:
Ottavi, sconfitta col Villareal (squadra di Coloccini, Riquelme e José Mari).

CHAMPIONS LEAGUE 2004/2005:
Fase a gironi (2 sconfitte con la Dinamo Kiev, 2 sconfitte col Real Madrid, 1 sconfitta col Bayer Leverkusen).

COPPA UEFA 2005/2006:
Ottavi, sconfitta col Middlesbrough (2-2, con 1 gol fuori casa degli inglesi; squadra di Queudrue, Southgate, Hasselbaink, Mendieta, Parlour e Doriva).

CHAMPIONS LEAGUE 2006/2007:
Quarti, sconfitta col Manchester United (8-3!).

CHAMPIONS LEAGUE 2007/2008:
Quarti, sconfitta col Manchester United (3-0).

CHAMPIONS LEAGUE 2008/2009:
Ottavi, sconfitta con l'Arsenal (6-7 dopo i calci di rigore).

EUROPA LEAGUE 2009/2010:
Sedicesimi, sconfitta con il Panathinaikos (6-4; squadra di Cedric Kanté, Djibril Cissé e Karagounis).

CHAMPIONS LEAGUE 2010/2011:
Ottavi, sconfitta con lo Shakhtar Donetsk (6-2; squdra di Fernandinho, Willian, Luiz Adriano ed Eduardo).

EUROPA LEAGUE 2011/2012:
Play-off, sconfitta con lo Slovan Bratislava (2-1)!

CHAMPIONS LEAGUE 2014/2015:
Terzo posto nel girone (2 sconfitte con il Bayern Monaco e 1 sconfitta con il Manchester City).

EUROPEA LEAGUE 2014/2015:
Ottavi, sconfitta con la Fiorentina (4-1!).

CHAMPIONS LEAGUE 2015/2016:
Ottavi, sconfitta con il Real Madrid (4-0!).

CHAMPIONS LEAGUE 2016/2017:
Preliminari, sconfitta con il Porto (4-1!).

EUROPA LEAGUE 2016/2017:
Ottavi, sconfitta con l'Olympique Lione (5-4).

Per quanto riguarda i Mondiali, ecco i voti: voto 6.5 nel 2002 e voto 7 nel 2006.
Niente di che, dunque, specie se paragoniamo il suo voto del 2006 con quelli di Buffon, Cannavaro, Pirlo, Grosso, Gattuso (tutti 10), Materazzi, Zambrotta (9), Toni, Perrotta (8) e Gilardino (7.5).

Come faccia ad essere una LEGGENDA, proprio non saprei dirlo.
Certo, a Roma lo può essere legittimamente poiché ha "miracolosamente" vinto un campionato, ma guarda caso proprio a ridosso del Giubileo del 2000.

30/05/17

Addio di TOTTI: struggente o patetico?

Francesco Totti, alla veneranda età di quasi 41 anni (a settembre), lascia l'AS Roma dopo quasi 28 anni (1989), ovvero una vita vissuta dentro le viscere di questa società.

Tutti i tifosi giallorossi, ma anche milioni di tifosi di altre squadre italiane e straniere, si sono giustamente emozionati e commossi per il suo addio al calcio (probabile, ma non sicuro) e per il suo saluto e discorso tenuto allo Stadio Olimpico di Roma.

Secondo me, però, non bisogna piangere per alcuni semplici motivi:

1) si ritira, oserei dire, per sopraggiunti limiti di età, non perché infortunato o malato.

2) lo abbiamo ammirato per 24 anni in Serie A.

3) viene salutato da milioni di persone.

4) probabilmente continueremo a vederlo giocare in un altro campionato.

5) ci sono calciatori, con la sua stessa classe, che pur avendo meno anni di lui sono andati a giocare nella MLS (Giovinco, Pirlo) e altri in Australia e India (Del Piero).

6) non dev'essere stato faticoso giocare per la Roma, in una città che lo ha sempre venerato senza se e senza ma.

7) non dev'essere stato faticoso giocare per la Roma, grazie ai 5 milioni di euro l'anno garantiti senza problemi.

8) lui ha potuto dire addio con una grande festa, mentre tanti calciatori che sudano tanto se non più di lui, se ne vanno senza neanche una stretta di mano e cadono nel dimenticatoio (se lui ha paura, ma di che?, gli altri cosa dovrebbero dire?).

9) la società non lo ha messo da parte, non lo ha cacciato, prova ne sono le parole di Monchi e il contratto da lui stesso firmato pochi anni fa: calciatore e poi, dal 2017, dirigente.

Se lui non sa accettare la realtà è un problema suo. Penso abbia svariati milioni di euro per pagarsi un ottimo psicologo.

20/05/17

Fiorentina meritatamente fuori dall'Europa

La Fiorentina, non potendo più puntare all'Europa League, questa sera ha naturalmente perso.

La Viola ha perso ben 10 volte in questo campionato, ma la cosa più assurda è che ben 9 sconfitte sono arrivate fuori casa!
E' riuscita a perdere contro il Genoa a dicembre e contro il Palermo ad aprile.
In trasferta è stata veramente scandalosa in termini generali perché ha pareggiato soltanto 4 volte, mentre in casa ha pareggiato 7 volte, con 3 pareggi di fila tra ottobre e novembre (ad es. troviamo l'1-1 col Crotone e il 3-3 col Genoa).

E' una squadra che subisce troppi gol. Una squadra di veri e propri brocchi. Stasera l'abbiamo visto benissimo.
Se un campionato serio presenta una squadra simile al 7° posto, significa che è un campionato alquanto povero tecnicamente, secondo me.

Per carità, magari esagero, perché andando a vedere la Bundesliga la situazione non è migliore col Friburgo 7° (su 18) che ha perso 14 volte con 1 sola vittoria nelle ultime 4 giornate e con grandi squadre come M'gladbach, Bayer, Schalke e Wolfsburg in posizioni scandalose.

I ridicoli finti giornalisti di CALCIOMERCATO.COM

Calciomercato.com è un sito che ho aspramente criticato diversi mesi fa per i loro strambi consigli per le scommesse. Praticamente proponevano risultati difficili in multiple che praticamente andavano in porto 1 volta ogni 100.

Da qualche tempo a questa parte c'è una "rubrica" dedicata alle modelle, starlette, giornaliste sexy (e qua la colpa non è loro, bensì delle reti TV che scelgono le persone in base all'avvenenza perché prima dell'informazione ci va l'intrattenimento, sigh), ecc.

Penso che questo "articolo" sia il massimo dello schifo che ha toccato CALCIOMERCATO.COM:

la giornalista di Mediaset Eleonora Boi, su Twitter, ha invitato i suoi follower a seguire la trasmissione da lei condotta su YouPremium.
In questo social, le ha risposto con un sorriso Rocco Siffredi scrivendo "Ci vediamo su YouP...remium", facendo ovviamente riferimento al noto sito porno YouPorn.

Questi geni di CALCIOMERCATO.COM hanno scritto non so quante righe e parole per descrivere questo ridicolo scambio di battute.
E questa stupida non-notizia campeggia ancora in prima pagina!

Con l'estate in vista prepariamoci ai grandi articoli sui ciapé della Boi, Leotta e compagnia bella!

18/05/17

Amara Primavera per Walter Mazzarri

Il club della famiglia Pozzo, ovvero il Watford, la prossima stagione farà a meno del tecnico Mazzarri, appena silurato, ma che siederà ancora in panchina nell'ultima giornata di Premier League.

Gli accordi erano che la squadra doveva salvarsi, è così è stato, ma viene da 5 sconfitte consecutive e la squadra non lo segue e pare non lo sopporti.

I problemi legati a quest'ultimo punto sono due: non parla bene l'inglese ed è troppo rigido.
Penso che il vero problema sia quest'ultimo, infatti i giocatori inglesi, specie se appartenenti a club non troppo blasonati, vogliono parecchia libertà (lo diceva Di Canio a proposito del Sunderland, finalmente retrocesso!), la qual cosa però non va di pari passo coi risultati.

Penso, dunque, che i giocatori abbiano iniziato, ad un certo punto, a remare contro e così anziché rimetterci loro, ci ha rimesso soltanto lui.

15/05/17

Povero Bologna: Dzemaili ceduto anzitempo

DZEMAILI AL MONTREAL IMPACT

Ecco cosa significa avere una proprietà straniera o comunque che possiede più club:

di punto in bianco la tua squadra del tuo cuore, o la squadra che stai per tua fortuna allenando dietro lauto compenso, si ritrova senza un giocatore importante, perché la digirenza e la proprietà ha pensato bene di trasferirlo, tra l'altro gratuitamente, ad un altro suo club.

Nello specifico mi riferisco al presidente del Bologna che possiede anche il Montreal Impact (MLS), club che ha appena tesserato anzitempo Dzemaili, che stava disputando una buonissima stagione coi rossoblù.

Roma - Juve 3-1: sudditanza psicologica

Questa sera, come moltissimi appassionati di calcio, ho guardato la partita Roma-Juventus terminata 3-1 a favore dei padroni di casa.

Il risultato è abbastanza giusto, nel senso che la vittoria ci sta, sul risultato si può più o meno discutere.

A parte ciò, mi preme soffermarmi su due eventi, ovvero su due netti falli non fischiati alla Juventus, per la serie "sudditanza psicologica"..

Sudditanza sì, ma al contrario rispetto a ciò che pensa l'italiano medio.

Nel primo tempo Higuain viene abbattuto con un fallo da dietro da Paredes che compie una forbice. Fallo non fischiato. Assurdo. E dire che l'argentina stava scattando per andare verso l'area avversaria, non stava mica cincischiando.

Nel secondo tempo, sul finire, Dybala viene atterrato in area, eppure anche in questo caso non c'è stato alcun dubbio da parte del fischietto Banti.

13/05/17

I numeri della rosa del Chelsea campione di Inghilterra

Il Chelsea ha vinto la Premier League 2016/2017, sconfiggendo per 1 a 0 il WBA la sera del 12 maggio 2017!

Complimenti ad Antonio Conte e a tutti i suoi giocatori!

Vediamo ora alcune statistiche a riguardo di questi ultimi.

TRASFERIMENTI (ESTATE+INVERNO)

Acquisti:
Michy Batshuayi, attaccante, Marsiglia, 39 mln
N'Golo Kanté, mediano, Leicester City, 35.8 mln
David Luiz, difensore, PSG, 35 mln
Marco Alonso, terzino sinistro, Fiorentina, 23 mln

Cessioni:
Oscar, trequartista, SIPG, 60 mln
Mohamed Salah, ala destra, Roma, 15 mln
Papy Djilobodji, difensore, Sunderland, 9.5 mln
Patrick Bamford, attaccante, Middlesbrough, 6.9 mln
Juan Cuadrado, ala destra, Juventus, prestito, 5 mln
Stipe Perica, attaccante, Udinese, 4.5 mln
Marko Marin, trequartista, Olympiacos, 3 mln
Bertrand Traoré, ala destra, Ajax, prestito, 2 mln
Marco van Ginkel, centrocampitsa, PSV, prestito
Christian Atsu, ala destra, Newcastle Utd, prestito
Branislav Ivanovic, terzino destro, Zenit, 0
John Mikel Obi, mediano, TJ Teda, 0

PRESENZE

Giocatori più utilizzati:
Cesar Azpilicueta 3240 min
Gary Cahill 3234 min
Tibout Courtois 3150 min
Diego Costa 3028 min
N'Golo Kanté 2959 min
David Luiz 2866 min
Eden Hazard 2861 min
Nemanja Matic 2696 min
Marcos Alonso 2604 min
Victor Moses 2412 min
Pedro 2140 min

Giocatori meno utilizzati:
Nathan Aké 8 min
Temitayo Aina 8 min
Ruben Loftus-Cheek 29 min
Nathaniel Chalobah 80 min
Asmir Begovic 90 min
Michy Batshuayi 110 min
Kurt Zouma 152 min
John Terry 376 min

MARCATORI

Diego Costa, attaccante, 20 gol + 7 assist
Eden Hazard, ala sinistra, 15 gol + 5 assist
Pedro, ala destra, 8 gol + 9 assist
Willian, trequartista, 7 gol + 1 assist
Marcos Alonso, terzino sinistro 6 gol + 3 assist

VALUTAZIONI

Chi vale di più:
Eden Hazard 70 mln
Diego Costa 50 mln
N'Golo Kanté 40 mln
Thibaut Courtois 40 mln
Nemanja Matic 35 mln
Cesc Fabregas 35 mln
Willian 32 mln (in caslo)
David Luiz 30 mln
Pedro 25 mln
Cesar Azpilicueta 25 mln
Michy Batshuayi 25 mln
Marco Alonso 20 mln

Chi vale di meno:
John Terry 1 mln
Ola Aina 1 mln
Eduardo 1.5 mln
Nathaniel Chalobah 4 mln
Charly Musonda 5 mln
Ruben Loftus Cheek 5 mln
Asmir Begovic 8 mln (in calo)
Nathan Aké 8 mln (in salita)

ETA'

I più giovani (8 under 23):
Charly Musonda 20 anni
Ola Aina 20 anni
Kenedy 21 anni
Ruben Loftus-Cheek 21 anni
Nathan Aké 22 anni
Nathaniel Chalobah 22 anni
Kurt Zouma 22 anni
Michy Batshuayi 23 anni

I più vecchi (3 titolari over 30):
John Terry 36 anni
Eduardo 34 anni
Gary Cahill 31 anni
David Luiz 30 anni
Cesc Fabregas 30 anni

07/05/17

I club di Milano odiano l'Europa League

Tralasciando il fatto che l'Inter avrebbe forse mertitato, viste le statistiche, di ottenere qualche punto in più in queste ultime giornate, c'è da dire che sicuramente al club meneghino (anzi, ad ambo i club di Milano) non conviene tentare di qualificarsi per l'Europa League perché, non riuscendo ad arrivare al 4° o al 5° posto, dovrebbe passare per le qualificazioni estive, il che vorrebbe dire dover annullare le ottime tourné in giro per il mondo che fanno incassare molti più soldi rispetto all'Europa League!

E così i campionati vengono falsati anche dall'estate!

Questo CALCIO fa SCHIFO!

Ogni giorno ci sono notizie sconcertanti sul mondo del calcio: risse, razzismo, combine, ecc., ecc.

E pure all'interno di ogni partita ne capitano sempre di tutti i colori.

Non bisogna farsi fregare dalla massa frustrata che passa il tempo ad incazzarsi e ad insultare. Il calcio è uno sport, dunque un gioco, e quindi dobbiamo badare alla parte ludica, divertente, quella parte che ci porta a stare vicino al prossimo.

Non è possibile che lo sport debba venire vissuto come una cosa che porti al distacco e addirittura all'odio.

BASTA!!!

06/05/17

Sono già tutti pronti a consegnare il Pallone d'Oro a Ronaldo

Il Real Madrid non ha ancora vinto né Liga né Champions League, eppure dopo aver segnato 3 gol all'Atletico Madrid, per altro non particolarmente spettacolari, ecco che tutti i giornalisti non fanno altro che esaltarlo col desiderio che vinta il prossimo Pallone d'Oro.

Evidentemente si sono già dimenticati della lezione impartitagli da Messi al Bernabeu poche settimane fa.



Buffon vs Monaco: belle parate, ma non fenomenali

I giornalisti spingono Buffon verso la conquista del prossimo Pallone d'Oro.

Ne sono convinto.

Si sono tutti genuflessi dinnanzi a sua maestrà SuperGigi e non fanno altro che elogiarlo ed incensarlo anche quando fa parate normali. Belle, utili, ma abbastanza facili per uno come lui, per uno che difende la porta della Juventus.

Se la parata su Iniesta è stata estremamente utile ed anche bella, non si può però certo dire che fosse così difficile, per il semplice fatto che lo spagnolo ha alzato il pallone di quel tanto che bastava per fargliela toccare con un braccio. Discorso diverso se l'avessa tenuto rasoterra calciando magari un po' più forte.

Ma sono soprattutto le parati contro il Monaco che mi hanno portato a storcere il naso nei confronto degli elogi rivoli al n.1 bianconero.
Tutti i tiri da lui parati erano totalmente e perfettamente centrali (penso a Mbappé ad inizio primo tempo e a Germain nel secondo), oppure leggermente laterali ma comunque fuori dalla porta (penso a Falcao).

Insomma, nessuna parata impossibile!

Se lo merita il Pallone d'Oro? Beh, direi comunque di sì!

05/05/17

L'idiota Staffelli vs Muntari

Domenica Muntari ha preso la decisione di uscire dal campo dopo aver ricevuto diversi insulti a sfondo razziale. Per aver abbandonato la partita è stato espulso dall'arbitro che, incredibile, ha chiuso occhi e orecchie di fronte ai razzisti delinquenti in tribuna.

Dopo questa doppia "presa in giro" subita dal calciatore ghanese, ci mancava solo più la disgrazia che porta il nome di Staffelli.

Io non l'ho mai sopportato, perché da 20 anni fa sempre e solo la stessa identica e soprattutto stupida cosa: consegnare il fatidico Tapiro d'Oro!

Andava bene all'inizio, andava bene anche dopo 4-5 anni, ora però francamente non se ne può più.

L'inviato di quella cagata di Striscia la Notizia è andato da Muntari per consegnargli questa pataccata e, di fronte al mutismo del calciatore, ha detto una frase grandiosa: ma lei lo sa che il razzismo è un cosa gravissima.

Ma certo che lo sa, ma che domande sono? Se n'è andato via proprio perché sa che è una cosa grave. Boh, io la tv non la capisco proprio!

Galliani - Infront vs Juventus. Milan in B mai?

Finalmente saltano fuori gli intrallazzi Galliani-Infront ai danni della Juventus.

Ma secondo voi un alto dirigente milanista, che lavora agli ordini di Berlusconi, ovvero Fininvest-Mediaset, con ruoli importantissimi all'interno della Lega Calcio e dentro pure Infront, può essere imparziale?

L'Italia è un Paese sempre più mafioso e allo sbando!

01/05/17

SERIE A 2017: conviene bancare Under 1.5?

Cari amici, bancando l'Under 1.5, nel Betting Exchange, possiamo portare a casa in apparente tranquillità un bel po' di soldini, rischiandone pochi.

Vediamo, però, se nelle ultime 5 giornate ci avremmo azzeccato o no, ricordandovi però che è sempre possibile uscire dalla scommessa in ogni momento.

30^ giornata
1 solo Under 1.5: Fiorentina - Bologna 1-0
Sinceramente questa partita non l'avrei mai giocata.

31^ giornata
Nessun Under 1.5 e 7 Over 2.5! Avremmo vinto sempre!!!
Avendo voluto incassare €10 a partita, avremmo ottenuto ben €100 facili-facili.

32^ giornata
1 solo Under 1.5: Palermo - Bologna 0-0, che sinceramente non avrei mai giocato.
6 Over 2.5

33^ giornata
Nessunder Under 1.5!
10 Over 2.5 su 10!!!

34^ giornata
2 Under 1.5: Cagliari - Pescara 1-0 e Inter - Napoli 0-1
In questa giornata, invece, almeno io, avrei perso almeno nel caso della partita disputata a San Siro.

GIOCATORI MENO UTILIZZATI SERIE A 2016/2017

Elenco dei calciatori famosi, e dei giovani più interessanti, meno utilizzati in Serie A nella stagione 2016/2017
(aggiornamento 30 aprile 2017)

JUVENTUS

Paolo De Ceglie 0 minuti
Rolando Mandragora 1 min
Moise Kean 7 min/2 presense
Tomas Rincon 224 min/11 pres
Marko Pjaca 448 min/14 pres
Neto 584 min/7 pres

ROMA

Bogdan Lobont 0 min
Alisson 0 min
Clement Grenier 112 min/4 pres
Gerson 131 min/4 pres
Mario Rui 272 min/4 pres
Francesco Totti 321 min/15 pres
Tomas Vermaelen 386 min/9 pres
Alessandro Florenzi 748 min/9 pres

NAPOLI

Luigi Sepe 0 min
Rafael 90 min/1 pres
Leonardo Pavoletti 183 min/5 pres
Marko Rog 253 min/10 pres
Emanuele Giaccherini 268 min/14 pres
Luca Tonelli 270 min/3 pres
Ccristian Maggio 392 min/7 pres
Arkadiusz Milik 517 min/14 pres
Nikola Maksimovic 677 min/8 pres
Vlad Chiriches 944 min/12 pres
Igor Strinic 1037 min/12 pres

LAZIO

Luca Crecco 20 min/1 pres
Luis Alberto 206 min/7 pres
Alessandro Murgia 277 min/11 pres
Cristiano Lombardi 340 min/15 pres
Filip Djordjevic 386 min/16 pres
Bastos 642 min/9 pres
Jordan Lukaku 705 min/14 pres

ATALANTA

Salvatore Molina 0 min
Giulio Migliaccio 5 min/2 pres
Anthony Mounier 70 min/4 pres (arrivato a gennaio)
Pierluigi Gollini 180 min/2 pres
Cristian Raimondi 234 min/6 pres
Hans Hateboer 277 min/4 pres (arrivato a gennaio)
Bryan Cristante 398 min/9 pres (arrivato a gennaio)
Alberto Paloschi 422 min/11 pres
Alberto Grassi 578 min/16 pres
Abdoulay Konko 618 min/10 pres
Boukary Dramé 638 min/10 pres

MILAN

Marco Storari 0 min (arrivato a gennaio)
Keisuke Honda 98 min/6 pres
Luca Antonelli 309 min/7 pres
Andrea Poli 380 min/13 pres
Lucas Ocampos 453 min/10 pres (arrivato a gennaio)
Mati Fernandez 473 min/10 pres.
Riccardo Montolivo 600 min/7 pres
Andrea Bertolacci 645 min/12 pres
Leonel Vangioni 739 min/11 pres
Davide Calabria 898 min/11 pres

INTER

Juan Pablo Carrizo 0 min
Jonathan Biabiany 0 min
Andrea Pinamonti 10 min/1 pres
Marco Andreolli 13 min/2 pres
Gabriel Barbosa 81 min/7 pres
Yuto Nagatomo 756 min/12 pres
Davide Santon 880 min/12 pres

FIORENTINA

Ianis Hagi 14 min/1 pres
Marco Sportiello 180 min/2 pres
Riccardo Saponara 318 min/9 pres
Sebastian De Maio 360 min/4 pres
Sebastian Cristoforo 419 min/15 prs

TORINO

Samuel Gustafson 138 min/3 pres
Danilo Avelar 173 min/2 pres
Davide Padelli 180 min/2 pres
Carlao 246 min/3 pres
Arlind Ajeti 250 min/4 pres
Maxi Lopez 397 min/15 min
Juan Manuel Iturbe 417 min/12 pres (arrivato a gennaio)
Cristian Molinaro 572 min/8 pres
Sasa Lukic 700 min/13 pres

SAMPDORIA

Angelo Palombo 194 min/3 pres
Luca Cigarini 275 min/4 pres
Ante Budimir 294 min/10 pres
Dodo 321 min/6 pres
Filip Djuricic 345 min/16 pres
Daniel Pavlovic 496 min/6 pres

UDINESE

Assane Gnoukouir 0 min (arrivato a gennaio, fermo per problemi di salute)
Francesco Lodi 11 min/1 pres
Ewandro 31 min/2 pres
Gabriel Silva 51 min/3 pres
Lucas Evangelista 175 min/5 pres
Simone Scuffet 191 min/3 pres
Davide Faraoni 328 min/5 pres
Ryder Matos 450 min/18 pres
Thomas Heurtaux 495 min/11 pres

CAGLIARI

Roberto Colombo 0 min
Kwang-Song Han 13 min/2 pres
Senna Miangue 76 min/3 pres (arrivato a gennaio)
Paolo Faragò 201 min/6 pres (arrivato a gennaio)
Gabriel 270 min/3 pres (arrivato a gennaio)
Federico Melchiorri 461 min/10 pres

CHIEVO VERONA

Walter Bressan 0 min
Gennaro Sardo 0 min
Serge Gakpé 229 min/7 pres (arrivato a gennaio)
Andrea Seculin 270 min/3 pres
Samuel Bastien 449 min/8 pres
Nicola Rigoni 500 min/12 pres

SASSUOLO

Alberto Pomini 0 min
Gianluca Pegolo 0 min
Pietro Iemmello 337 min/13 pres
Claud Adjapong 419 min/8 pres
Timo Letschert 574 min/8 pres
Simone Missiroli 679 min/12 pres
Davide Biondini 681 min/11 pres
Christian Dell'Orco 776 min/9 pres

BOLOGNA

Orji Okwonkwo 45 min/5 pres
Sadiq Umar 229 min/7 pres
Luca Rizzo 418 min/11 pres
Bruno Petkovic 468 min/10 pres
Godfred Donsah 633 min/10 pres
Filip Helander 655 min/9 pres
Ibrahima M'baye 732 min/12 pres

GENOA

Davide Brivio 0 min
Davide Biaschi 45 min/3 pres
Leonardo Morosini 90 min/4 pres (arrivato a gennaio)
Rubinho 180 min/2 pres
Adel Taarabt 209 min/6 pres
Mauricio Pinilla 495 min/11 pres (arrivato a gennaio)
Raffaele Palladino 557 min/8 pres (arrivato a gennaio)
Nikola Ninkovic 593 min/15 pres
Goran Pandev 657 min/17 pres
Osacr Hiljemark 747 min/13 pres (arrivato a gennaio)
Lucas Orban 772 min/11 pres
Danilo Cataldi 785 min/10 pres (arrivato a gennaio)

C'è chi attacca Radamel Falcao

In questo mondo di pazzi e idioti (i primi sono scusabili, i secondi sono proprio degli ignoratoni) c'è chi addirittura se la prende con Radamel Falcao, affermando che non è un top, che faceva panchina, che ha avuto 2 stagioni buone, ecc., ecc.

Andiamo a vedere i numeri, dunque:

Radamel Falcao, nato in Colombia nel febbraio 1986, va a giocare in Argentina nelle giovanili del River Plate nel 2001 (15 anni). Ma il suo debutto nel calcio professionistico risale a 2 anni prima (1999, 13 anni)! Debuttò infatti nella 2^ divisione colombia con il Lanceros. Il 1° gol arriva l'anno successivo (2000, 14 anni).

Col River debutta a 19 anni (2005-2006), segnando 7 gol in sole 11 presenze!
Nelle 3 stagioni sucessiva, totalizza ben 38 gol.

Nel 2009, dunque a 23 anni, viene acquistato da un club europeo, ovvero il Porto di Lisbona (Portogallo): qui segna, in 2 stagioni, 41 gol in campionato e 22 in Europa (4 in Champions' League e 18 in Europa League).

Di stagioni al top, tra Sud America ed Europa, siamo già a quota 4.

Tra il 2011 e il 2013 (25/27 anni) eccolo vestire la maglia dell'Atletico Madrid, con cui segna 52 gol in 68 partite nella Liga Primera Divison e 13 gol in Europa League in 17 presenze.

Poca roba, cosa volete che siano questi golletti!

Inizia bene anche la stagione 2013/2014, quando si trasferisce a Monte-Carlo per giocare col Monaco in Ligue 1: 9 gol in 17 presenze.
Un infortunio lo blocca nella seconda parte della stagione. Torna, quindi, in quella seguente, da 28enne, e segna 2 gol in 3 partite.

Ed ecco qui il suo calo, dopo dunque ben 7 stagioni da campione: passa al Manchester United prima e al Chelsea dopo, ma trova poco spazio e segna solo 5 gol.

Questa, invece, è la stagione del riscatto (2016/2017, 30/31 anni): 19 gol in 26 partite di Ligue 1, 2 gol in 4 partite di coppe francesi e 7 gol in 8 partite di Champions League.

Anche qui, che dire, poca roba!

28/04/17

La Juve ruba: ecco le prove

La Juventus ruba!

Non è un modo di dire, una balla o altro. E' la pura e semplice verità!

Volete le prove? Io le ho, eccole:

ATALANTA - JUVENTUS 2-2 (28 aprile 2017)

cross in area di rigore avversaria ---> Bonucci salta per colpire il pallone di testa ---> Bonucci viene però anticipato dal difensore avversario che salta, ma lo prende nettamente con la mano ---> l'arbitro fischia FUORIGIOCO

25/04/17

Sarri: che noia che sti rigori e sti arbitri

Dopo Zeman and company, ci mancava proprio Sarri, un altro che sa solo sparare a zero contro gli arbitri e, ovviamente, contro la Juventus.

Ogni partita ed occasione è buona per lamentarsi, senza avere paura di cadere nel ridicolo come nella partita (33^ giornata) disputata contro il Sassuolo: per lui e i suoi giocatori c'erano due rigori nettissimi. Peccato che nel primo caso, il difensore neroverde, Cannavaro, prende la palla di testa e non col braccio e che nel secondo caso Mertens venga anticipato per poi cadere a terra come un sacco di patate.

Non se ne può davvero più di questa gente che sa solo fomentare e aizzare odio verso lavoratori e colleghi.

23/04/17

Ottimo esordio per Mandragora

L'ancora 19enne Mandragora ha finalmente debuttato con la maglia della Juventus questa sera 23 aprile 2017 e l'ha fatto proprio contro la sua ex, ovvero il Genoa (5 partite nel 2014/2015)!

In questi pochi minuti allo J Stadium ha fatto vedere buone cose: una lancio fantastico, alla Pirlo oserei dire, e un tiro di sinistro dal limite dell'area.
Considerando l'età e la scarsa esperienza, direi che questo ragazzino ha personalità da vendere.

Chissà quanti di noi a 19 anni avrebbero osato fare queste due cose in A con la maglia della Juventus, rischiando di fare una figuraccia a livello globale, e facendo magari incazzare gente come Higuain che voleva il pallone anziché farci tirare?

21/04/17

Un po' di numeri sul MONACO

Il Monaco sta vivendo una stagione fantastica: 1° in Ligue 1 a pari punto col PSG, ma con una differenza reti nettamente migliore (+63 vs +46), in finale di Coupe de France (sfiderà il PSG il 26 aprile alle 21:05), finalista in Coupe de la Ligue (ha person 1-4 contro il PSG il 1° aprile) e semifinalista in CL dove affronterà la Juventus.

In campionato non perde dal 18 dicembre e viene da 6 vittorie consecutive (3 in trasferta).
In queste 6 partite ha subito soltanto 3 gol: 1 dal Guingamp, 1 dal Bordeaux e 1 dal Dijon.
Ha segnato 90 gol in 32 partite e nei principali 5 campionati europei di club, solo il Barcellona ha fatto meglio, ma di poco: 91 gol in 32 partite (diff. reti +61).

Statistiche in Champions League: 

in questa stagione (2016/2017), il Monaco in CL ha vinto 9 volte, pareggiato e perso 2 (1 sconfitta risale alla qualificazione estiva).
In queste 13 partite ha realizzato ben 28 gol, solamente in un'occasione non è andato a segno (Bayer Leverkusen-Monaco 3-0, 7 dicembre 2016), e ha subito 20 gol, subendone 0 contro il CSKA in casa (3-0, 2 novembre 2016) e contro il Villareal (1-0, 23 agosto 2016).

Vediamo i giocatori col valore economico più alto:

Bernardo Silva, 25 milioni (valore in salita)
trequartista, 9 gol e 10 assist quest'anno

Thomas Lemar, 20 milioni (valore in salita)
ala, 12 gol e 13 assist.

Fabinho, 20 milioni
mediano, 11 gol e 5 assist

Joao Mutinho, 15 milioni
centrocampista, 3 gol e 6 assist

Kamil Glik, 15 milioni
difensore, 7 gol e 2 assist

Falcao, 15 milioni
attaccante, 27 gol (5 in CL) e 5 assist

Djibril Sidibé, 14 milioni (valore in salita)
terzino destro, 3 gol e 7 assist

Jemerson, 11 milioni
difensore, 1 gol e 1 assist

Kylian Mbappé
attaccante esterno del dicembre 1998 (!!!), 22 gol e 11 assist
Senza una valutazione vera e propria, perché presto si scatenerà un'asta pazzesca su di lui, arrivando senza dubbio a toccare vette di 50 se non 70 milioni di euro!

19/04/17

LA JUVE PRENOTA BIGLIETTO PER CARDIFF

Incredibile!

Non era mai successa una cosa simile, almeno in epoca recente: 0 gol del Barcellona nel Camp Nou e 0 gol sia all'andata che al ritorno!

1 solo tiro in porta (Messi), 1 gran mangiata (sempre sua), 1 occasione mancata da Mascherano.

Questo il sunto del temibile Barca odierno.

Ciò significa solo una cosa: o la Juventus è davvero forte, e difensivamente parlando lo sappiamo tutto che è così, oppure il Barca non ha un allenatore (come dice Moggi) e non ha più fame, ma solo inconcludente classe.

18/04/17

Tripletta CR7 vs Bayern ma..

Il Bayern Monaco di Ancelotti e Vidal esce a testa bassa dal Bernabeu nonostante la vittoria, entro i 90 minuti, per 1-2.

Nei tempi supplementari, infatti, ecco 2 gol di Cristiano Ronaldo e 1 di Asensio.

In totale, per il portoghese, questa sera i gol sono ben 3, il che lo porta a diventare il leader maximo dei marcatori della storia della Champions in maniera sempre più netta: sono 103 le sue marcature!

Ma..

.. ma, come al solito, o quasi, i suoi gol sono alquanto banali: il primo è un colpo di testa in solitaria; il secondo un tiro dal centro dell'area, e anche qui era da solo; il terzo un gol a porta vuota (anche qui completamente da solo).

Bomber sì, ma non certo il più forte di sempre.

Tutto ciò tralasciando 2 gol in netto fuorigioco e l'ingiusta espulsione di Vidal.

I NUMERI DI JUVENTUS-BARCELLONA 3-0

Vediamo le statistiche del match di andata tra Juventus e Barcellona.

L'11 aprile 2017 la Juventus sconfisse 3-0 il Barcellona, con 2 gol nel primo tempo ad opera di Dybala (sempre col suo magico mancino) e con 1 gol nel secondo tempo di Chiellini (di testa).

Possesso palla:
J 32
B 68

Passaggi completati:
J 207
B 538

Passaggi nella trequarti avversaria:
J 88
B 201

Tiri:
J 14
B 16

Corner:
J 5
B 8

Falli:
J 21
B 18

Da questi numeri possiamo vedere un Barcellona che sicuramente ha creato e non s'è fatto intimorire. Per cui, nonostante questo roboante risultato, i catalani sono come sempre una squadra viva che sa creare occasioni da gol.

Vediamo ora alcuni dati riguardanti le posizioni di tiri e passaggi da parte della Juventus:

i tiri sono arrivati dalla zona centrale e da quella laterale destra, mentre dalla sinistra c'è stato un solo tiro (parato); 4 i tiri terminati fuori, 5 quelli parati. Nessuna punizione battuta verso la porta dei blaugrana.
Degli 88 passaggi effettuati, 58 hanno avuto successo; 8 di questi hanno creato occasioni da gol. Buffon ha compiuto 4 passaggi abbastanza ravvicinati, tutti precisi, e uno solo lontano, intercettato dagli avversari.
7 cross sono stati imprecisi, mentre 3 hanno avuto successo e 1 di questi ha portato al gol di Chiellini.
L'ottima prova dei bianconeri la ritroviamo anche nella fase difensiva, partendo dagli attaccanti, infatti nella metà campo avversaria troviamo 10 tackle, falliti soltanto 2.
In area di rigore 1 solo tackle (riuscito!).

Ora passiamo al Barcellona:

4 tiri in porta, ma molti di più fuori, almeno 10 se conto bene! Inoltre, altri 3 bloccati ai limiti dell'area bianconera.
Come abbiamo visto prima, il Barca ha effettuato molti più passaggi, ma oserei direi quasi a vuoto, infatti le azioni sono state molto avvolgenti, ma poco ficcanti. Tanti passaggi da destra e sinistra e non molta precisione in profondità, anche se troviamo un buon numero di chance create: almeno 10.
Zero precisione invece nei cross: 4 bloccati dai difensori della Juventus.
Sulla fascia destra, ovvero quella dove scorazzava Mandzukic, troviamo 1 solo tackle in difesa, mentre la fase difensiva ha avuto più successo sulla sinistra: 4 tackle su 5 riusciti.

17/04/17

Trasferimenti Milan dal 2010: in attivo o in passivo?

Vediamo le ultime sessioni di calciomercato dell'AC Milan, per vedere se negli ultimi 7 anni ha incassato soldi grazie ai trasferimenti o se, invece, ci ha rimesso.

2010/2011
Soldi entrati: 23 milioni 170 mila (Huntelaar 14, Storari 4.5, Ronaldinho 3, ecc.)
Soldi usciti: 41 milioni 700 mila (Robinho 18, Ibrahimovic 6, Sokratis 4.5, Vilà 4, Boateng 3, ecc.)
Totale: -18 milioni 530 mila

2011/2012
Soldi entrati: 22 milioni 300 mila (Borriello 10, Merkel 6.5, Sokratis 4, Aubameyang 1.8)
Soldi usciti: 53 milioni 850 mila (Ibrahimovic 24, El Shaarawy, 15.5, Boateng 7.5, Amelia 3.5, ecc.)
Totale: -31 milioni 550 mila euro

2012/2013
Soldi entrati: 94 milioni 500 mila (Thiago Silva 42, Ibrahimovic 21, Pato 15, Paloschi 6.5, Cassano 5, Acerbi 4, ecc.)
Soldi usciti: 55 milioni 650 mila
Totale: +38 milioni 850 mila

2013/2014
Soldi entrati: 17 milioni 900 mila (Boateng 10, Strasser 4, Salamon 3.4, ecc.)
Soldi usciti: 34 milioni 900 mila (Matri 11, Poli 9.7, Cristian Zapata 6, Saponara 4.8, ecc.)
Totale: -17 milioni

2014/2015
Soldi entrati: 28 milioni 500 mila (Balotelli 20, Cristante 6, Constant 2.5)
Soldi usciti: 20 milioni 600 mila (Bonaventura 7, Rami 4.25, Fernando Torres 3, Paletta 2.5, Suso 1.3, ecc.)
Totale: +7 milioni 900 mila

2015/2016
Soldi entrati: 13 milioni 550 mila (Saponara 4, Rami 3.5, El Shaarawy 3.4, ecc.)
Soldi usciti: 90 milioni 970 mila (Bacca 30, Romagnoli 25, Bertolacci 20, Luiz Adriano 8, Antonelli 4.5, Kucka 3, ecc.)
Totale: -77 milioni 420 mila

2016/2017
Soldi entrati: 15 milioni 550 mila (El Shaarawy 13, Verdi 1.5, Niang 0.75, Comi 0.3)
Soldi usciti: 28 milioni (Lapadula 9, Gustavo Gomez 8.5, José Sosa 7.5, ecc.)
Totale: -12 milioni 450 mila

TOTALE: -110 milioni 200 mila Euro!

Certe sessioni sono state veramente negative e, anche se compensate da abbonamenti, merchandising e diritti televisivi, bisogna aggiungerci le spese per gli ingaggi lordi.
Morale della favola: club decotto e vendita assolutamente necessaria.

16/04/17

I MIGLIORI GIOVANI CALCIATORI D'EUROPA

I GIOVANI CALCIATORI EUROPEI PIU' FORTI
NATI DAL 1995 IN AVANTI

SERIE A 2016/2017

JUVENTUS
Rolando Mandragora, mediano, 1997, 3 milioni
Federico Mattiello, terzino, 1995, 400 mila
Marko Pjaca, ala sinistra croata, 1995, 18 mil
Moise Kean, attaccante del 2000, 600 mila

INTER
Assane Gnoukouri, centrocampista ivoriano, 1996, 1 mil
Gabriel Barbosa, attaccante brasiliano, 1996, 20 mil

NAPOLI
Amadou Diawara, mediano guineano, 1997, 11 mil
Marko Rog, trequartista croato, 1995, 8 mil

ROMA
Gerson, trequartista brasiliano, 1997, 10 mil

MILAN
Gianluigi Donnarumma, portiere, 1999, 15 mil
Manuel Locatelli, centrocampista, 1998, 1.5 mil
Davide Calabria, terzino destro, 1996, 2.5 mil
Mario Pasalic, centrocampista croato, 1995, 4.5 mil
Alessio Romagnoli, difensore, 1995, 20 mil

LAZIO
Thomas Strakosha, portiere albanese, 1995, 1 mil
Keita Baldé, ala sinistra senegalese, 1995, 13 mil
Sergej Milinkovic-Savic, centrocampista serbo, 1995, 9 mil
Ricardo Kishna, ala sinistra olandese, 1995, 3.8 mil

FIORENTINA
Federico Chiesa, ala sinistra, 1997, 500 mila
Bartlomiej Dragowski, portiere polacco, 1997, 3.2 mil
Kevin Diks, terzino destro olandese, 1996, 2 mil

TORINO
Sasa Lukic, mediano serbo, 1996, 700 mila
Lucas Boyé, attaccante argentino, 1996, 2.5 mil
Mattia Aramu, ala destra, 1995, 500 mila
Antonio Barreca, terzino sinistro, 1995, 1 mil

SASSUOLO
Pol Lirola, terzino destro spagnolo, 1997, 1.5 mil
Lorenzo Pellegrini, centrocampista, 1996, 2.5 mil
Luca Mazzitelli, mediano, 1995, 2 mil
Stefano Sensi, mediano, 1995, 4 mil

GENOA
Olivier Ntcham, centrocampista francese, 1996, 1.5 mil
Giovanni Simeone, attaccante argentino, 1995, 8 mil

UDINESE
Adalberto Penaranda, attaccante venezuelano, 1997, 4 mil
Simone Scuffet, portiere, 1996, 4.4 mil
Jakub Jankto, centrocampista ceco, 1996, 1 mil
Stipe Perica, attaccante croato, 1995, 2.5 mil
Seko Fofana, centrocampista francese, 1995, 3.5 mil

SAMPDORIA
Pedro Pereira, terzino destro portoghese, 1998, 1 mil
Lucas Torreira, mediano uruguaiano, 1996, 1.5 mil
Patrik Schick, attaccante ceco, 1996, 3 mil
Milan Skriniar, difensore slovacco, 1995, 1 mil
Karol Linetty, centrocampista polacco, 1995, 3.2 mil

ATALANTA
Franck Kessié, mediano ivoriano, 1996, 7.5 mil
Andrea Petagna, attaccante, 1995, 1 mil
Alberto Grassi, centrocampista, 1995, 4 mil

BOLOGNA
Umar Sadiq, attaccante nigeriano, 1997, 2.5 mil
Godfred Donsah, centrocampista ghanese, 1996, 6 mil
Adam Nagy, mediano ungherese, 1995, 1.5 mil

CAGLIARI
Nicolò Barella, centrocampista, 1997, 1.75 mil

EMPOLI
Federico Dimarco, terzino sinistro, 1997, 1.3 mil
Assane Dioussé, mediano senegalese, 1997, 4 mil
Andrés Tello, centrocampista colombiano, 1996, 900 mila
José Mauri, centrocampista, 1996, 4.5 mil

14/04/17

Finalmente Silvio se ne va via! Ma nessuno raggiungerà mai la Juventus!

Ora che Inter e Milan hanno dei nuovi ricchi proprietari (almeno, così ci hanno fatto credere, specialmente i rossoneri, perché su Suning penso non si possa discutere), sarà facile per loro acquistare grandi campioni a mani basse.

La differenza, però, tra loro e la Juventus sapete qual è?
Che i bianconeri hanno risalito la china poco per volta e soltanto per merito loro ora possono ingaggiare calciatori che vogliono 7 milioni circa netti l'anno.
Solo grazie ad anni in cui hanno vinto grazie all'organizzazione e alla determinazione di tutti i componenti del club. E questo è il bello del calcio e anche della vita: partire dal basso (Serie B) e toccare le stelle e rimanere lì in alto!

Intanto tutti stanno "piangendo" per l'addio di Berlusconi.
Poverino, se ne va incassando la modica cifra di 600 milioni circa.

Considerando che il Milan non ha una stadio, che viene da stagioni orrende e che ha una rosa modesta (escludendo i giocatori arrivati in prestito che quindi non fanno parte del patrimonio), direi che di fronte a questa cifra non poteva certo dire di no, considerando tutti i debiti che aveva (ricorda un po' il Silvio del 1993 che decise di "scendere in campo" proprio perché pieno zeppo di debito, alla faccia del grande businessman di successo).

Vediamo alcuni dettagli:
a Fininvest entrano 610 milioni; dal bilancio spariscono 220 milioni di debiti; il tesoretto della liquidità sale a 450 milioni. La Fininvest aveva bisogno come il pane di questo introito a causa dei 200 milioni spesi in azioni Mediaset.

11/04/17

Juventus mai doma! Juventus - Barcellona 3-0

Pazzesco, allo J Stadium è successa una cosa pazzesca: la vittoria della Juventus per 3-0.
Risultato grandioso e inaspettato, ma dopo il passaggio del turno in C. Italia ai danni del Napoli e dopo la sconfitta del Barcellona contro il Malaga, molti aveva avuto qualche presagio!

La Juventus, come al solito, non è stata spettacolare, ma c'è da dire che il Barca non ha fatto molto meglio: qualche bella triangolazione, ma niente di che. Molto possesso palla, superiore al 65% e finalmente abbiamo capito che il tiki-taka può essere una cosa stucchevole, cioè inutile se non irritante.

Quello che non comprendo è l'aver lasciato costantemente da solo Dybala.
E' grazie a questo ed altri errori che la Juventus ha vinto, anche se comunque la Joya ha fatto due grandissimi tiri col suo magico mancino.

05/04/17

Higuain l'EROE sconfigge la cafonaggine di Sarri & Co.

E chi se la sarebbe immaginata la fantastica doppietta di Higuain che ha sancito il passaggio del turno in Coppa Italia della sua Juventus?



Dopo il gol al J Stadium, 2 gol al San Paolo sono un qualcosa di spettacolare, specialmente se realizzati sotto una bufera di fischi irrispettosi.



I napoletani sono così provinciali che non smettono un secondo di condannare il "povero" Gonzalo reo di aver, udite-udite, cambiato casacca, azione effettuata da milioni di giocatori nel mondo, cosa che arricchisce non solo loro, ma anche i presidenti, tra questi troviamo De Laurentiis.



E allora di cosa stiamo parlando? Di fuffa!



Torniamo alla partita: se l'ultimo scontro in A mi ha fatto dormire, questa partita di C. Italia mi ha davvero entusiasmato, ma, oltre ai fischi, ci sono altre cose negative: la rissosità mal celata da parte di alcuni azzurri (per l'occasione bianchi) e l'antisportività loro e del loro allenatore Sarri. Cos'è successo? Cuadrado si ferma per i crampi. Neto butta il pallone fuori (non per errore, ma per scelta). Prassi vuole che gli avversari restituiscano la palla a chi ce l'aveva poco prima. E invece no! Dato che il Napoli doveva segnare e visto che mancavano pochi minuti al termine, ecco la geniale idea di Sarri: TENETE LA PALLA!



Ma vai a..




Juventus senza forza e senza idee. Complimenti al Napoli!

La Juventus degli ultimi tempi è una squadra veramente stanca, sfiacca, oserei dire anche scandalosa. Attenzione, non per via delle stupide accuse mosse contro il club, bensì per il suo modo di giocare.

Contro il Porto tutti i telespettatori si sono messi a ronfare, mentre contro il Napoli siamo rimasti svegli proprio grazie ai "folletti" partenopei.

Si fa presto a dire che Allegri e i suoi giocatori hanno optato a stancarsi poco in vista dei due super match contro il Barcellona in Champions League, ma una grande squadra, pur non potendo sempre vincere, deve comunque riuscire a mostrare la sua classe e le sue idee che, invece, mancano ai bianconeri.

E' un vero peccato che questo Napoli non possa più lottare in Europa!

19/03/17

JUVE - ULTRAS MAFIOSI. E IL MILAN?

Altro grande e insulso impolverone intorno alla Juventus per infangare ancora una volta il suo nome.

Questa volta il problema sarebbero i rapporti tra il club ed esponenti delinquenziali-mafiosi che comandano in curva.

E' un problema reale, non lo metto in dubbio, ma quando qualche stagione fa la stessa cosa capitò al Milan, non si arrivò ad alcuna condanna o deferimento. Anche in quel caso gli ultras minacciavano e ricattavano il club rossonero, chiedendo soldi, altrimenti avrebbero continuato a "cantare" cori razzisti.

Sarebbe bello se qualche giornalista e magistrato ci rendesse edotti a riguardo degli affari e transizioni rossonere..

MILAN - GENOA: come volete che finisca?

Quanti calciatori sono passati dal Genoa al Milan (o son stati dati in prestito al Grifone) in tempi molto recenti:

Kucka, Antonelli, Ocampos, Niang, Suso, Matri, Strasser, Antonini, Constant, Acerbi e pure il fratello di "Gigio" Donnarumma.

E secondo voi, vista questa grande amicizia, il Genoa avrebbe dovuto lottare per vincere quando il Milan è alla disperata ricerca di punti per l'Europa?

LOL

10/03/17

Juventus - Milan 2-1 : rigore netto

Sul finire del match tra Juventus e Milan, disputato stasera venerdi 10 marzo 2017, il Milan, come ogni squadra che ha strappato il pareggio contro i bianconeri, ha tentato fortunatamente invano di perdere tempo.
Prima con l'uscita di Ocampos che dire al rallenty è dire poco, poi con Donnarumma che dall'alto dei suoi 18 anni da sempre fa un po' il furbo, d'altronde è napoletano e per di più fa il calciatore (combinazione terribile ahah).

La Juventus però non ha mai mollato un secondo e più agguerrita che mai ha sfiorato il gol con una pregevole girata di Hugain. Subito dopo ecco ancora la Juve sulla fascia destra, cross al centro, De Sciglio tenta di bloccare regolarmente il lancio ma colpisce nettamente col braccio.

Incredibile la sicumera con cui Marchegiani (SKY) ha affermato che il difensore ha/avrebbe colpito la palla con l'addome. Balle, io ho capito dal primo istante il tocco col braccio.
Dopo altre 2 riprese, finalmente anche i commentatori di Sky hanno capito la realtà dei fatti.

Veramente insulsi e odiosi i calciatori rossoneri che hanno protestato contro l'arbitro e l'uomo di fondo creando un capanello di loschi figuri che con fare mafioso (avranno preso da Mister B) hanno cercato invano (OLE') di far cambiare idea all'arbitro.

Tra questi era presente anche De Sciglio che probabilmente soffre di qualche malattia che gli ha eliminato il senso del tatto dargli arti superiori.

Rigore di Dybal e gol. Evvai, giustizia è fatta.

07/03/17

Godiamoci almeno il gol di Mertens

RITORNO OTTAVI DI FINALE CHAMPIONS LEAGUE

NAPOLI - REAL MADRID 1-3

Il Napoli ha perso con lo stesso risultato dell'andata, un risultato forse insicero, eccessivo, che non rispecchia la qualità parziale della squadra di De Laurentiis e Sarri.

Inaspettatamente, almeno per me, gli azzurri hanno deciso di improntare la sfida sull'attacco continuo.
E gli è andata benissimo grazie al tocco di Mertens, sempre lui!!!

Subito dopo la mia esultanza (in realtà anche prima), ho pensato che forse il Real Madrid fino a quel momento stata solo scherzando, stava prendendo le misure dei padroni di casa.

D'altronde sappiamo tutti che il Napoli non è perfetto e che nessuna squadra può reggere quel ritmo per 90 minuti. E se con altre squadre puoi permetterti il lusso di palleggiare e sbagliare qualcosa, contro il Real no! Vietato per legge.

E infatti.. inutile proseguire.

02/03/17

I PIU FORTI CALCIATORI IN CINA

CAMPIONATO CINESE 2017

Vediamo quali sono al momento i più forti calciatori europei e sudamericani presenti nel campionato cinese, disposto a spendere decine di milioni di euro per gli ingaggi delle stelle del calcio mondiale!

GUANGZHOU EVERGRANDE

Ricardo Goulart
qui dal gennaio 2015, pagato 15 mln
seconda punta
1991 Brasile
valore 12 mln
stats 2016: 46 pres., 28 gol, 11 assist
ex Santo André, internacional, Coimbra, Goias, Cruzeiro

Paulinho
luglio 2015, 14 mln
centrocampista
1988 Brasile
10 mln
47 pres., 13 gol, 4 assist
ex GO Audax, Vilnius, LKS Lodz, Bragantino, Coimbra, Corinthians, Tottenham

Jackson Martinez
febbraio 2016, 42 mln
attaccante
1986 Colombia
9 mln
16 pres., 4 gol, 2 assist
ex Ind. Medellin, Jaguares, Porto, Atletico Madrid

Alan
gennaio 2015, -
ala sinistra
1989 Brasile
6.5 mln
35 pres., 18 gol, 9 assist
ex Fluminense, Salisburgo

JIANGSU SUNING

Alex Teixeira
febbraio 2016, 50 mln
trequartista
1990 Brasile
19 mln
42 pres., 19 gol, 15 assist
ex Vasco da Gama, Shakhtar Donetsk

Ramires
gennaio 2016, 28 mln
centrocampista
1987 Brasile
14 mln
38 pres., 5 gol, 7 assist
ex Joinville, Cruzeiro, Benfica, Chelsea

Roger Martinez
luglio 2016, 8.9 mln
attaccante
1994 Colombia
4. 8 mln
17 pres., 12 gol, 7 assist
ex Racing Club, Aldosivi

28/02/17

GIOVANI CALCIATORI PIU' FORTI D'EUROPA 2017

ELENCO DEI MIGLIORI GIOVANI CALCIATORI (nati dal 1993 in poi) CHE GIOCANO NEI CAMPIONATI NAZIONALI MINORI IN EUROPA

In rosso i talenti più promettenti. 

BELGIO

ANDERLECHT

Uros Spajic 1.5 mln
difensore serbo del 1993
71 pres. in Francia
8 pres. in naz.; 10 pres. nell'Under 21

Andy Nàjar 6 mln
terzino destro/ala destra honduregna del 1993
120 pres. con questa squadra
33 pres. e 4 gol in naz.

Nicolae Stanciu 8 mln
trequartista rumeno del 1993
23 pres., 5 gol, 4 assist
11 pres. e 5 gol in naz.; 9 pres. e 2 gol nell'Under 21

Franck Acheampong 5 mln
ala sinistra ghanese del 1993
147 pres. con questa squadra
14 pres. e 2 gol in naz.

Leander Dendoncker 8 mln
mediano del 1995
102 pres. e 6 gol con questa squadra
2 pres. in naz.; 5 pres. nell'Under 21

Youri Tielemans 14 mln
centrocampista del 1997
161 pres., 27 gol e 22 assist con questa squadra
2 pres. in naz.; 13 pres. e 4 gol nell'Under 21

CLUB BRUGES

Stefano Denswil 5 mln
difensore olandese del 1993
74 pres. con questa squadra; 39 pres. con l'Ajax
7 pres. nell'Under 21

Anthony Limbonde 2.5 mln
ala sinistra del 1994
113 pres., 8 gol e 13 assist in questo campionato
5 pres. e 1 gol nell'Under 19

Bjorn Engels 9 mln
difensore del 1994
76 pres., 11 gol e 6 assist con questa squadra
2 pres. e 1 gol nell'Under 21

26/02/17

La Juventus non vuole Del Piero

Così come la Juventus della maledetta "triade" + Lippi cacciò Baggio perché troppo famoso, ora la Juventus, seppur con dirigenti più.. puliti e presentabili, non vuole Del Piero come possibile ambasciatore.

A lui ha preferito Trezeguet e forse il prossimo sarà Pirlo.
Senza dimenticare il ruolo dirigenziale riservato a Nedved.

Del Piero è il più famoso di tutti e sicuramente c'è ancora acredine tra l'ex numero 10 e il presidente Agnelli, per via del mancato rinnovo nel 2012.

Pirlo si ritira. Ma a me manca Bagg10

Pirlo, nell'ultimo anno alla Juventus, commise certo errori veramente notevoli per uno della sua classe. Alcuni erano anche dovuti alla sua lentezza.

Ora, finalmente, Andrea se n'è reso conto e ha deciso di ritirarsi non appena gli scadrà il contratto coi N.Y. City.

Avrà 38 anni.
Se penso che Baggio a 37 e mezzo dava ancora "erba da mangiare" ai suoi ben più giovani avversari, mi rendo ancora più conto della differenza che corre tra un calciatore forte e una leggenda.

Il bello del calcio è che si vince in 11 (se non di più, considerando allenatore e riserve), per cui per me non conta se Pirlo ha vinto la Champions (col Milan) e un Mondiale, mentre Baggio no.
Che poi, se vogliamo dirla a tutta, la Coppa Uefa degli anni 90 era molto più difficile della stessa Champions League di metà anni 90 vinta dalla Juventus (il Real nel 95/96 non era temibilissimo e l'Ajax era sì forte, ma come sempre pieno di giovani).

Ranieri GIUSTAMENTE licenziato

SACKED!

I giornali inglesi hanno aperto cosi l'altro giorno alla notizia del licenziamento di Claudio Ranieri, dopo l'ennesima sconfitta stagione del Leicester City, da lui guidato dall'estate 2015.

Molti hanno parlato di mancanza di rispetto, di riconoscenza.

La realtà è che le Foxes non hanno un gioco, non hanno classe, non sono temute da nessuno.

Se alcuni "senatori" hanno voluto tradire Ranieri, beh, o venivano messi fuori rosa loro o veniva cacciato quest'ultimo che evidentemente non era riuscito a creare un gruppo veramente coeso.

E visto che la prima opzione è impercorribile, la seconda non poteva non avvenire.

Inter - Roma 1-3: RIGORE REGOLARE

I tifosi nerazzurri hanno poco da urlare come bestie indemoniate: il fallo di Medel su Dzeko c'era tutto!

Tacete che fate più bella figura: primo perché insultare in mondovisione è una vera schifezza; secondo perchè avete torto marcio.

Spalletti si mangia Pioli

Pioli continua a non riuscire a sconfiggere Spalletti alla Roma.

E continua a non vincere contro la Roma: 1 sola vittoria nei loro ultimi 16 incontri diretti!

Differenza tra Juve e Napoli

La differenza tra la Juventus e il Napoli la si vede anche nel calcio mercato visto in chiave futura.

Se i bianconeri hanno preso Rugani e Caldara, due ottimi giovani, ecco che il Napoli ha preso, pagandolo molto caro, il sin qui deludente e reduce da un lungo infortunio, Maksimovic

20/02/17

Calcio = Nausea?

Che nausea gigantesca.

Il calcio essendo uno sport dove si corre e si esulta, dovrebbe essere motivo di felicità.

E invece ciò che rimane è sempre e solo un senso di frustrazione quando la "propria" squadra non vince, quando gli altri segnano su rigore dubbio o in leggero fuorigioco.
Per non parlare di quando giocatori e allenatori litigano e di quando i presidenti sanno solo fare i ducetti prendendosela stupidamente con gli allenatori, cacciandoli, ecc.

Il calcio non è, ahimé, tanto diverso dalla vita reale: tutti che litigano e basta!

19/02/17

Che fine hanno fatto? (Parte 2)

Qui la prima parte.

Vediamo che fine hanno fatto alcuni calciatori passati recentemente dall'Inter!

Nelson Rivas, difensore colombiano del 1983, pagato 7 milioni e mezzo nel 2007, dopo 2 anni venne mandato in prestito al Livorno e l'anno dopo in Ucraina col suo cartellino dal valore di poco più di 2 milioni. Che flop!
Dal 2014 gioca in Colombia.

Flop anche Ricardo Quaresma, pagato 25 milioni nel 2008 e venduto a 7.3 solamente 2 anni dopo!
Ora, in Turchia, ha già fornito 9 assist.

Non ci ha rimesso tanti soldi l'Inter con Luis Jimenez, ex Ternana e Fiorentina, pagato 5.5 nel 2008 e venduto alla Ternana nel 2010 per 3.7.
Ultima stagione in A nel 2010/11 col Cesena: 9 gol e 3 assist, poi l'avventura che sta ancora proseguendo negli Emirati/Qatar, ecc.

David Suazo, ex stella del Cagliari, si è ritirato nel 2012 a 33 anni.
Venne acquistato a 28 anni dall'Inter per 13 milioni, eravamo nel 2007.
Ma venne subito ceduto in prestito prima al Benfica, poi al Genoa e poi al Catania.
Il meglio l'aveva già dato.
Grandissima delusione!

Acquistato per 1.5 e venduto per 6. Stiamo parlando di Luc Castaignos, attaccante olandese che da 19enne fece poco o nulla in Italia nel 2011/2012.
Dopo 3 buone stagioni in Olanda, viene da 1 stagione e mezza deludente.

Livaja è stato un grande affare: acquistato per neanche 200 mila euro nel 2010, è stato venduto all'Atalanta per 5 milioni 3 anni più tardi.
Dopo aver deluso con l'Empoli e il Rubin Kazan, ora gioca nel Las Palmas.

Samuele Longo ha finalmente scoperto il gol: 8 in questa stagione col Girona, più 2 assist.
E' sempre di proprietà del club nerazzurro.

Ci ha rimesso tanti soldi l'Inter col terzino Alvaro Pereira che ora gioca nell'Estudiantes, che lo ha acquistato l'anno scorso per 2 milioni e mezzo.

Quando l'Inter lo ingaggiò, a 19 anni, pareva un ottimo prospetto, in realtà Patrick Olsen era buono solo a palleggiare davanti alle telecamere: acquistato nel 2013, eccolo svincolato nel 2015.
Poi Haugesund, Lens e Grasshoppers (qui 0 pres.).

Belfodil pareva essersi perso, invece ora, dopo 1 anni negli Emirati, gioca per lo Standard Liegi con cui ha realizzato 9 gol e fornito 5 assist.
Con lui l'Inter non ci ha perso: acquistato e venduto alla stessa cifra!

18/02/17

Buon compleanno MITICO ROBY!

Oggi Roberto Baggio compie 50 anni!

Ma davvero Roberto Baggio compie gli anni come i comuni mediocri mortali?

Pare incredibile dato che per me lui è sempre quello degli anni 90, quelli stupendi passati tra Nazionale e Juventus. Non riesco a dargli un'età, nel senso che non ho mai pensato potesse invecchiare, avendolo avuto in camera sottoforma di immagine ingrandita (poster) per tanti anni, sempre con quell'espressione e sempre coi ricci neri.

Ero un bambino prima e un ragazzino poi e del calcio non me ne fregava molto, fino a quando non lo vidi arrivare a Torino, la mia città.

Prima di lui avevo visto qualche gol in tv di Platini e Maradona, ma non mi ero mai emozionato, sarà che mi sembravano appartenere ad altre generazioni.

Poi è arrivo lui, il mitico Roby, col suo sguardo tagliente e allo stesso tempo timido, con la sua velocità impressionante e il suo incedere curioso che ti teneva col fiato sospeso.. riuscirà a superarlo, riuscirà a fare gol da quella posizione? Sì, certo, che ce la farà e se non ce la fa.. pazienza.. lui è RobertoBaggio (tutto attaccato!) e quando sbaglia lo fa solo per farci capire che alla fine è umano come noi, non è un robot, ma un mito e mito non significa perfezione tecnologica.

Lui mi ha fatto capire che nonostante i miei difetti potevo dire la mia, mi ha fatto capire che essere diversi dalla massa, avendo un'altra fede religiosa, avendo un altro look, essendo più piccoli e gracili, oltre che più gentili, sinceri e con un sogno indefinito dentro di sè, inesprimibili.. un'ideale così alto da non sapere descrivere, ecco lui mi ha fatto capire che la diversità è un bene prezioso che dobbiamo cullare e dobbiamo sforzarci ogni giorno per rimanere noi stessi, fregandocene di convenzioni e regole.

Senza di lui non amerei il calcio, e la realtà è che è dal 2004 che non amo più il calcio.
Dal 2004 al 2012 l'ho mollato completamente. Per me calcio è sempre stato sinonimo di RobertoBaggio.
Perchè, alla fine, cos'è il calcio per la massa e per gli allenatori? Niente di più che una insensata con tacchetti su prati finti dove falciare l'avversario, dove imbrigliare l'avversario, dove insultare l'arbitro, gli avversari e i tifosi della squadra opposta, insomma, una vera e propria battaglia contro chi appartiene ad altre fazioni.

E invece con Baggio il calcio è ARTE e pure PACE.

Per me era un vero orgoglio indossare la 10 bianconera, specialmente al mare, magari quando si giocava con ragazzetti stranieri. Io tra i miei amici immaginari avevo RobertoBaggio, io ero RobertoBaggio.. e loro, e voi?

E' incredibile la forza che una singola persona riesce a dare a tanti bambini.
E la dà giocando a calcio da numero 10. Non la dà facendoci il lavaggio del cervello per istruirci, ammaestrarci e mandarci in guerra. Lui donava magia, bellezza, lui era tutto il contrario di questo mondo rovinato dagli umani.

Ma lui è RobertoBaggio, un sovrumano, un MITO!

PS: se avesse segnato quel rigore.. non si sarebbe chiamato RobertoBaggio!

14/02/17

Allegri nel segno del 100

Massimiliano Allegri, vincendo con la Juventus contro il Cagliari nella 24^ giornata di Serie a 2016/2017, ha raggiunto le sue 75 vittorie da allenatore nella massima serie in 100 giornate.

E ha anche raggiunto le 100 vittorie in totale col club bianconero, tra l'altro in 142 partite: nessuno come lui!

IIIIIINCREDIBILE, AMISCI!

11/02/17

LO SPORT E' VIOLENZA

A me lo sport piace tantissimo in tutte le sue forme, ma tranni in rari casi non l'ho mai praticato a livello agonistico.

L'agonismo non lo sopporto, non capisco perché sia adulti che bambini debbano fare una cosa bellissima volendo primeggiare l'uno sull'altro o peggio litigare e picchiarsi.

Ma che senso ha?

Dello sport agonistico, quindi non solo professionistico, non sopporto il doversi per forza allenare ogni giorno come automi o soldati. Ecco, il problema è che le squadre sembrano degli squadroni della morte composte da bestioni pieni di muscoli e senza cervello e sentimenti.

E infatti cosa succede? Che ogni volta che si sfidano due squadre, e ciò avviene ogni giorno in centinaia di occasioni in tutto il mondo, ecco notare due schieramenti opposti che si sfidano, a volte si odiano, e spesso si fanno a vicenda dei falli assurdi, violenti, coi tifosi super faziosi che urlano e insultano. Queste squadre che si sfidano, spesso rappresentano città e nazioni, quindi la similitudine con gli eserciti e gli Stati non è certo campata in aria.

Insomma, l'avere un fisico muscoloso e quindi perfetto, e il dover trovare dei rivali, fa sembrare lo sport una vera e propria guerra.