Gioca e Vinci con Betfair

25/06/17

La stupidità dei tifosi contro Donnarumma e De Ceglie

I tifosi di calci sono tra gli esseri umani più stupidi del mondo!

Se la prendono con un calciatore quando questo non vuole rinnovare.
Mica è obbligato a rinnovare: come ogni professionista, può decidere, se bravo, di farsi ingaggiare da questa o da quest'altra società. E non penso proprio che il rifiuto di Donnarumma dipenda dai soldi.

E se la prendono anche con chi, invece, vuole rimanere "fino alla fine" con un club.
E' il caso di De Ceglie, il cui contratto che lo legava alla Juventus sta per scadere in questi giorni, che appunto, dopo alcuni prestiti, non ha voluto saperne di andare via dal club bianconero a titolo definitivo durante la stagione appena terminata.
Molti si lamentano, accusandolo di aver fatto il furbo, perché così facendo ha preso tanti soldi dalla Juve senza fare nulla.

Ma mica è colpa sua se anni fa gli offrirono un ottimo contratto con scadenza giugno 2017.
Mica è colpa sua se le offerte provenutegli non lo soddisfavano.
Se lui ha un regolare ed onesto e legale contratto ben remunerativo fino ad una certa data, ha il diritto e dovere di rispettarlo, con i pro e i contro del caso: pro perchè ha incassato una bella cifra che, ormai, da altre parti non avrebbe mai più incassato; contro perché non ha giocato per una stagione intera ed ora per lui sarà più difficile trovare un altro club, se non in serie minori.

22/06/17

Pagelle ITALIA UNDER 21: TuttoMercatoWeb ed Eurosport, mettetevi d'accordo

L'Italia ha perso contro la Repubblica Ceca per 3-1, subendo i 2 gol finali nel secondo tempo, praticamente dopo aver sbagliato una clamorosa occasione con Petagna che non ha proprio il feeling col gol. Peccato!

Ma vediamo le pagelle.

TMW:
Donnarumma 5
Conti 5.5
Ferrari 6
Rugani 5.5
Calabria 5.5
Cataldi 6
Cerri s.v.
Grassi 5
Chiesa 6.5
Pellegrini 6.5
Bernardeschi 5.5
Gagliardini s.v.
Berardi 6.5
Petagna 5

Eurosport:
Donnarumma 5
Conti 5
Ferrari 4.5
Rugani 4.5
Calabria 4.5
Pellegrini 6
Cataldi 5
Cerri s.v.
Grassi 5
Chiesa 7
Bernardeschi 4
Gagliardini 5.5
Petagna 4
Berardi 6
Di Biagio 3

Avete notato anche voi che differenza la valutazione di Ferrari? Da una parte 6, con lodi (elegante, vince diversi contrasti), dall'altra 4.5 (è quattro categorie sotto rispetto Caldara, male in tutti i gol subiti).

19/06/17

Donnarumma in tribuna? Anche no!

Leggo di gente, tifosa del Milan, ma non solo, che vorrebbe che il club rossonero mandasse in tribuna per tutta la prossima stagione, il giovanissimo portiere Donnarumma.

Premesso che a me dei milionari frega un fico secco, mi viene spontaneo controbattere a questi fascisti illiberali che non sono altro, che Donnarumma è una persona, non un oggetto da lasciare in garage o in cantina. Lo dico perché ho letto alcuni commenti online, di gente che affermava che il Milan è proprietario di Donnarumma. Ma stiamo scherzando, o cosa? Il Milan detiene il cartellino, non può certo fargli fare qualunque cosa venga in mente ad un cinese della dirigenza o a Fassone o ad altri.

Donnarumma, molto semplicemente, non ha voluto rinnovare il suo contratto col Diavolo non per una questione economica, ma perché a quanto pare non ha creduto e non crede nel progetto. Se una grandissima squadra come il Real gli promette il posto da titolare, col "rischio" di vincere ogni anno Liga e Champions, beh, è normale rifiutare, visto che il nuovo corso rossonero è appena nato e non si hanno le giuste garanzie economiche e tecniche.

Donnarumma non ha quindi sbattuto la porta o offeso qualcuno. Non ha semplicemente prolungato un contratto, il quale comunque scadrà nel giugno 2018, dunque lui è totalmente disponibile, a quanto pare, a giocare ancora un anno in rossonero.

Se il Milan lo dovesse mai mandare in tribuna, vorrebbe dire commettere una chiara azione di MOBBING, la quale va contro lo statuto dei calciatori, contro la legge sul lavoro e quindi verrebbe sanzionato pesantemente.

I calciatori non sono oggetti, sono persone, sono lavoratori che hanno tutto il diritto di scegliere se rimanere o non rimanere a lungo con una certa società.

Donnarumma potrà andare in tribuna se non si impegnerà negli allenamenti, se insulterà lo staff tecnico/dirigenziale o se commetterà gravi e grandi errori nelle partite. Al momento è il titolare indiscusso, per cui mandarlo in tribuna significherebbe semplicemente fare del mobbing degradente.

Lo stesso vale per il caso Keita/Lazio, con Lolito non nuovo a questo genere di vili azioni, si pensi a Pandev nel 2010.

Quanto guadagna il Papu Gomez?

Il Papu Gomez è un grandissimo giocatore e, dato che viene associato ad alcuni grandi club, mi è sorta spontanea la domanda: ma quanto guadagna all'anno?

Secondo Panorama, "solo" 600 mila euro.

La qual cosa mi suona strana dato che è il giocatore più rappresentativo della Dea bergamasco e dato che ha avuto una, seppur breve, esperienza in Ucraina (prima della guerra civile).

Secondo Wikipedia, infatti, nel 2013 incassava la bellezza di 2 milioni di Euro.

Qualcuno sa dirmi quanto incassa oggi nel 2017? Grazie!

16/06/17

Calciomercato: Everton scatenato

L'Everton è scatenato: nel giro di poche ora ha speso più di 55 milioni per l'acquisto di due calciatori.

Sono arrivati infatti il 23enne portiere inglese Pickford dal retrocesso Sunderland, dove l'anno scorso ha subito 50 gol in 29 partite (ma ha appena parato un rigore nella partite d'esordio nell'Europeo Under 21 2017 in Polonia), e, soprattutto, il trequartista olandese Klaassen dall'Ajax, ottimo colpo visto il numero di gol e assist totalizzato nelle ultime due stagioni: 27 gol e 18 assist.

In uscita Arouna Koné (svincolato) e Cleverley, venduto al Watford per 9 milioni e 300 mila Euro.

Donnarumma non ha firmato: se ne va non certo per soldi

Se me l'avessero detto qualche settimana fa, non ci avrei creduto.

Ma poi, visto che la cosa andava per le lunghe, ho proprio pensato che non avrebbe firmato.

Questione di soldi?
Inizialmente pensavo di sì, in realtà se è vero che il Milan gli aveva offerto addirittura 5 milioni, doveva esserci dell'altro, anche perché rifiutando il rinnovo, Raiola avrebbe e ha rinunciato ad incassare la sua bella percentuale di un suo eventuale trasferimento (a meno che non venga venduto già ora ad una cospicua somma, cosa che può avvenire grazie alla sua giovanissima età, nonostante il contratto scada tra 1 anno eastto).

Probabilmente c'è dietro più una questione tecnica che economica: il Milan vuole davvero tornare grande o no? Forse a Donnarumma ciò non è apparso molto chiaro, e allora preferisce andare in un top club europeo come il Real Madrid che, guarda caso, cerca disperatamente un nuovo numero 1.

Attenzione anche a queste altre due cose:
1 - Donnarumma non milita nel Milan da sempre, ma solamente dal 2013.
2 - Nel 2013 stava per firmare per l'Inter, per poi cambiare idea (assieme alla famiglia, data l'età), senza dire nulla ai cugini nerazzurri e all'agente di mercato Martorelli che l'aveva scoperto a 10 anni.

14/06/17

TRATTATIVE DI MERCATO - GIUGNO 2017

Vediamo quali giocatori sono in procinto di cambiare squadra in questa sessione estiva del calciomercato 2017:

Schick: quasi raggiunto l'accordo per il passaggio dalla Sampdoria alla Juventus

Kalinic: Milan

Aubameyang: PSG, Milan

Perisic: Manchester United, PSG

Douglas Costa: Juventus

Diego Costa: Milan o Cina

Papu Gomez: Inter, Milan, Roma

Verratti: Barcellona

Balotelli: Borussia Dortmund, Sassuolo

N'Zonzi: Juventus

Bernardeschi: Juventus, Inter

Tolisso: Bayern Monaco, Juventus

Biglia: Milan

Bonucci: Chelsea

Belotti: Milan, Manchester United

Deulofeu: tornato all'Everton, lo rivogliono Milan e Barcellona

Lukaku: in procinto di tornare al Chelsea

E. Hazard: verso il Real Madrid

L.Insigne: lo vuole Conte al Chelsea

Donnarumma: lo cerca il Real Madrid, ma sta per rinnovare col Milan

Borja Valero: Milan, Inter

Luiz Gustavo: Inter

Sirigu: Torino

Fabinho: Juventus, Atletico Madrid, Manchester United

James Rodriguez: Chelsea, Inter, Zenit, Milan

Manolas: Zenit
 
Mbappé: Real Madrid, Arsenal, PSG, Liverpool

Lacazette: Arsenal, Atletico Madrid

Conti: dall'Atalanta al Milan?

Gabriel Barbosa: Las Palmas

Naby Keita: Inter

Niang: verso l'Everton

Vangioni: dal Milan al Genoa?

Calabria: dal Milan al Genoa?

Brandt: Inter

Lucas Moura: Inter

Jovetic: Siviglia

Forsberg: Milan

Ounas: dal Bordeaux al Napoli?

Verdi: Napoli

Salah: Liverpool

Bacca: Olympique Marsiglia

Moreno: dal PSV alla Roma?

Chiriches: Galatasaray

La furbata di Calciomercato.com ai danni della Juventus

Quei grandissimi furboni, per non dire di peggio, di "giornalisti" di Calciomercato.com, sanno sempre come "fare notizia".

Oggi, mercoledi 14 giugno 2017, un buon modo per ottenere migliaia di click facili, è stato quello di scrivere: "EX JUVE, FIORY ANCORA AI DOMICILIARI: OFFERTA IN LEGA PRO".

Nessuno conosce codesto Fiory, però il nome del club bianconero, anteposto al suo, è un'ottima tattica per farci entrare nell'articoletto.

Chissà quante persone sia portate a pensare che questa persona si trovi ai domiciliari per via di alcune malefatte compiute in combutta con l'ex dirigenza torinese.

E invece no: venne arrestato tempo fa per stalking verso la sua ex fidanzata, quando non era già più un calciatore della Juventus. Infatti, Gianmarco Fiory, ha militato per 2 sole stagioni nella Juventus Under 19 (dal 2006 al 2008).

Oggi, 27enne, è svincolato, ma lo vuole la Maceratese.

12/06/17

CLASSIFICHE CAMPIONATI 2016/2017

CLASSIFICHE CAMPIONATI NAZIONALI EUROPEI 2016/2017

SERIE A 2016/2017
38^ giornata

91 Juventus 29-4-5 CAMPIONE (33/35° scudetto; 6° consecutivo)!!!
87 Roma 28-3-7 CHAMPIONS LEAGUE
86 Napoli 26-8-4 CHAMPIONS LEAGUE
72 Atalanta 21-9-8 EUROPA LEAGUE
70 Lazio 21-7-10 EUROPA LEAGUE
63 Milan 18-9-11
59 Inter 18-5-14
59 Fiorentina 16-11-10
53 Torino 13-14-11
48 Sampdoria 12-12-14
47 Cagliari 14-5-19
46 Sassuolo 13-7-18
45 Udinese 12-9-17
43 Chievo Verona 12-7-19
41 Bologna 11-8-19
36 Genoa 9-9-20
34 Crotone 9-7-22
32 Empoli 8-8-22 RETROCESSO
23 Palermo 5-8-23 RETROCESSO
14 Pescara 2-8-25 RETROCESSO

Le prime due accedono direttamente alla Champions League.
La terza deve passare dalle qualificazioni.
La quarta e la quinta vanno in Europa League.
Le ultime tre retrocedono in Serie B.

PROMOSSI:
SPAL
Hellas Verona
Benevento

Marcatori:
29 Edin Dzeko, Roma (1 rig.)
28 Dries Mertens, Napoli (2 rig.)
26 Andrea Belotti, Torino (2 rig.)
24 Gonzalo Higuain, Juventus
24 Mauro Icardi, Inter (3 rig.)
23 Ciro Immobile, Lazio (4 rig.)
18 Lorenzo Insigne, Napoli (2 rig.)
16 Marco Borriello, Cagliari (1 rig.)
16 Alejandro "Papu" Gomez, Atalanta (2 rig.)
16 Balde Diao Keita, Lazio (2 rig.)
15 Nikola Kalinic, Fiorentina (1 rig.)
15 Mohamed Salah, Roma
14 José Callejon, Napoli
13 Carlos Bacca, Milan (4 rig.)
13 Diego Falcinelli, Crotone (2 rig.)
12 Gregoire Defrel, Sassuolo (1 rig.)
12 Iago Falqué, Roma (2 rig.)
12 Marek Hamsik, Napoli
12 Fabio Quagliarella, Sampdoria (3 rig.)
12 Giovanni Simeone, Genoa (1 rig.)
12 Cyril Théréau, Udinese (1 rig.)
11 Federico Bernardeschi, Fiorentina (3 rig.)
11 Mattia Destro, Bologna
11 Paulo Dybala, Juventus (3 rig.)
11 Luis Muriel, Sampdoria (4 rig.)
11 Radja Nainggolan, Roma
11 Ilija Nestorovski, Palermo (1 rig.)
11 Ivan Perisic, Inter
11 Patrik Schick, Sampdoria
10 Khouma Babacar, Fiorentina (1 rig.)
10 Roberto Inglese, Chievo Verona
10 Adem Ljajic, Torino (1 rig.)
10 Duvan Zapata, Udinese (1 rig.)
9 Gianluca Caprari, Pescara (1 rig.)
9 Mattia Destro, Bologna
9 Sergio Pellissier, Chievo Verona (3 rig.)
8 Andrea Conti, Atalanta
8 Blerim Dzemaili, Bologna
8 Eder, Inter
8 Stephan El Shaarawy, Roma
8 Gianluca Lapadula, Milan (2 rig.)
8 Alessandro Matri, Sassuolo
8 Diego Perotti, Roma (7 rig.)

Assist:
12 José Callejon, Napoli
11 Mohamed Salah, Roma
10 Alejandro "Papu" Gomez, Atalanta
10 Marek Hamsik, Napoli
10 Borja Valero, Fiorentina
9 Felipe Anderson, Lazio
9 Domenico Berardi, Sassuolo
9 Valter Birsa, Chievo Verona
9 Antonio Candreva, Inter
9 Edin Dzeko, Roma
9 Lorenzo Insigne, Napoli
9 Senad Lulic, Lazio
9 Dries Mertens, Napoli
9 Miralem Pjanic, Juventus
9 Suso, Milan
8 Iago Falqué, Torino
8 Mauro Icardi, Inter
8 Ladislav Krejci, Bologna
8 Ivan Perisic, Inter
7 Andrea Belotti, Torino
7 Paulo Dybala, Juventus
7 Mauricio Isla, Cagliari
7 Adem Ljajic, Torino
7 Sergej Milinkovic-Savic, Lazio
7 Andrea Petagna, Atalanta
7 Kevin Strootman, Roma
7 Piotr Zielinski, Napoli
6 Allan, Napoli
6 Ever Banega, Inter
6 Lucas Castro, Chievo Verona
6 Juan Guillermo Cuadrado, Juventus
6 Faouzi Ghoulam, Napoli
6 Lorenzo Pellegrini, Sassuolo
6 Diego Perotti, Roma
6 Matteo Politano, Sassuolo

COPPA ITALIA
JUVENTUS vincitrice per la 12^ volta e per la 3^ di fila!

Finale
Juventus - Lazio 2-0 (Dani Alves, Bonucci)

Semifinali
Napoli - Juventus 4-5 (andata e ritorno)
Roma - Lazio 3-4 (andata e ritorno)

Quarti di finale
Napoli - Fiorentina 1-0
Juventus - Milan 2-1
Inter - Lazio 1-2
Roma - Cesena 2-1

04/06/17

La Juve ha perso col Real. Arrivateci voi in FINALE!

Leggo commenti indecorosi contro la Juventus per via della roboante sconfitta contro il Real Madrid (1-4!).

Peccato che, a differenza di tutte le altre squadre italiane, la Juventus sia l'unico club italiano ad essere riuscito ad arrivare in finale di Champions' League per ben 2 volte negli ultimi 3 anni, giocando bene per tantissimi minuti l'anno scorso contro il Bayern Monaco, prima dell'eliminazione alquanto precoce.

La Juventus, dunque, è forte sia in Italia sia in Europa.

Se la Juventus rubasse, come dicono tanti imbecilli e ignoranti, non sarebbe tra i primi 10 club europei in quanto a risultato, prestazioni e fatturato. Anche ai tempi di Moggi, nonostante le sue furbate, la Juventus dominava grazie ai suoi fuoriclasse comprati onestamente e grazie ad ottime prestazioni unite ad una mentalità vincente.

Gli interisti si vantano enormemente del Triplete, che in realtà non dovrebbe esistere dato che deriva da una furbata ancora più gigantesca di quelle di Moggi: infatti la Juventus venne retrocessa e il titolo assegnato all'Inter nel 2006 grazie ad un giudice interista, ovvero grazie al famoso Guido Rossi che in quanto tale se ne fregò altamente delle telefonate di Facchetti, dei passaporti falsi, delle intercettazioni illegali e delle plusvalenze finte compiute dal club di Moratti in combutta col club di Berlusconi e Galliani (i soliti furboni!).

Insomma, la Juventus rimane la squadra più forte d'Italia e tutti i soldi che ha ora se li è sudati con grandissime prestazioni partendo dal basso, a differenza di squadre come Inter e Milan che, oltre a fare pena e schifo, sono ricche soltanto grazie ai finanziamenti cinesi, non certo grazie ai loro risultati sportivi.

03/06/17

Real Vaccon

Si parla tanto (e male) di certi ruvidi difensori bianconeri (es: Chiellini), ma il Real non è da meno con gente come Carvajal, Casemiro e soprattutto l'insopportabile Sergio Ramos che oltre a fare entratacce da espulsione, osa pure simulare pretendendo di avere ragione.

Quando odio questo "giocatore"!!!

I catalani han fatto benissimo a tifare per la Juventus. Da sempre il Real è sinonimo di favoritismo, antisportività, oltrechè di collusione col fascismo!

01/06/17

I fantastici risultati della Roma di Totti in Europa (LOL)

Vediamo come si è comportata la Roma negli ultimi 20 anni in Europa, la mitica Roma del mitico Tottigò.

COPPA UEFA 1995/1996:
Quarti di finale, sconfitta con lo Slavia Praga (squadra di Bejbl, Suchoparek, Smicer e Poborsky).

COPPA UEFA 1996/1997:
Sedicesimi, sconfitta con il Karlshrue (squadra di Hassler, Fink, Tarnat e Keller).

COPPA UEFA 1998/1999:
Quarti, sconfitta con l'Atletico Madrid, dopo una sofferta vittoria con lo Zurigo (3-2).

COPPA UEFA 1999/2000:
Ottavi, sconfitta con il Leeds United (squadra di Martyn, Harte, Woodgate, Batty, Wilcox, Bridges, Huckerby), dopo una stentata vittoria con il Newcastle United (1-0).

COPPA UEFA 2000/2001:
Ottavi, sconfitta per 3-0 col Liverpool

CHAMPIONS LEAGUE 2001/2002:
Fase a gironi, ma bellissima vittoria con il Barcellona per 3-0 in casa (gol di Candela, Montella e Tommasi).

CHAMPIONS LEAGUE 2002/2003:
Fase a gironi (1 sconfitta con l'Arsenal, 1 sconfitta con l'Ajax e 2 sconfitte col Valencia).

COPPA UEFA 2003/2004:
Ottavi, sconfitta col Villareal (squadra di Coloccini, Riquelme e José Mari).

CHAMPIONS LEAGUE 2004/2005:
Fase a gironi (2 sconfitte con la Dinamo Kiev, 2 sconfitte col Real Madrid, 1 sconfitta col Bayer Leverkusen).

COPPA UEFA 2005/2006:
Ottavi, sconfitta col Middlesbrough (2-2, con 1 gol fuori casa degli inglesi; squadra di Queudrue, Southgate, Hasselbaink, Mendieta, Parlour e Doriva).

CHAMPIONS LEAGUE 2006/2007:
Quarti, sconfitta col Manchester United (8-3!).

CHAMPIONS LEAGUE 2007/2008:
Quarti, sconfitta col Manchester United (3-0).

CHAMPIONS LEAGUE 2008/2009:
Ottavi, sconfitta con l'Arsenal (6-7 dopo i calci di rigore).

EUROPA LEAGUE 2009/2010:
Sedicesimi, sconfitta con il Panathinaikos (6-4; squadra di Cedric Kanté, Djibril Cissé e Karagounis).

CHAMPIONS LEAGUE 2010/2011:
Ottavi, sconfitta con lo Shakhtar Donetsk (6-2; squdra di Fernandinho, Willian, Luiz Adriano ed Eduardo).

EUROPA LEAGUE 2011/2012:
Play-off, sconfitta con lo Slovan Bratislava (2-1)!

CHAMPIONS LEAGUE 2014/2015:
Terzo posto nel girone (2 sconfitte con il Bayern Monaco e 1 sconfitta con il Manchester City).

EUROPEA LEAGUE 2014/2015:
Ottavi, sconfitta con la Fiorentina (4-1!).

CHAMPIONS LEAGUE 2015/2016:
Ottavi, sconfitta con il Real Madrid (4-0!).

CHAMPIONS LEAGUE 2016/2017:
Preliminari, sconfitta con il Porto (4-1!).

EUROPA LEAGUE 2016/2017:
Ottavi, sconfitta con l'Olympique Lione (5-4).

Per quanto riguarda i Mondiali, ecco i voti: voto 6.5 nel 2002 e voto 7 nel 2006.
Niente di che, dunque, specie se paragoniamo il suo voto del 2006 con quelli di Buffon, Cannavaro, Pirlo, Grosso, Gattuso (tutti 10), Materazzi, Zambrotta (9), Toni, Perrotta (8) e Gilardino (7.5).

Come faccia ad essere una LEGGENDA, proprio non saprei dirlo.
Certo, a Roma lo può essere legittimamente poiché ha "miracolosamente" vinto un campionato, ma guarda caso proprio a ridosso del Giubileo del 2000.